I miei libri


venerdì 24 febbraio 2017

5 Cose Che... #47: 5 luoghi in cui mi piacerebbe leggere

Carissimi astronauti,
eccoci a un nuovo appuntamento con la rubrica ideata dal blog Twins Book Lovers.
L'iniziativa si svolge infatti ogni venerdì, e ogni volta si tratta un argomento diverso; dai libri ai fumetti, dai telefilm ai film, talvolta anche canzoni e locations!
Vi ricordo che la partecipazione è libera e aperta a tutti; basta iscriversi QUI.




5 luoghi in cui mi piacerebbe leggere


1) Davani al camino di una baita


Ormai due settimane fa sono stata in vacanza presso una baita: per me è stata la prima volta che soggiornavo in una struttura del genere, e tra casa mia e quella dei miei genitori non ho mai avuto un camino. Ecco, nei giorni scorsi ho avuto modo di provare l'esperienza di leggere davanti al fuoco, proprio in questa poltrona di legno davanti a questo camino che, acceso, mi riscaldava fin quasi a sudare! Era rilassante e d'atmosfera: è stato perfetto per leggere "Harry Potter e la camera dei segreti"! Vorrei poter provare di nuovo questa esperienza in futuro, perché in casa mia, il camino non ci sta proprio, purtroppo!


2) Nella vasca da bagno!


Lo so che è un'idea folle: ma da quando l'ho immaginata non riesco a levarmela dalla testa! Io però avevo pensato a una specie di custodia impermeabile, magari da mettere al kindle... insomma, l'hanno fatta per gli smartphone, mi sembra logico pensarla anche per chi, come me, ha la passione per la lettura! Così poi potrei farmi anche un bell'idromassaggio mentre leggo XD Parlo sempre di relax...


3) Al parco


Parlando sempre di relax, mi piacerebbe leggere anche al parco: è un'idea che mi è sempre piaciuta, ma credo di non averlo mai fatto! A meno che quand'ero piccola... comunque sia, ci penso spesso quando porto a spasso il cane, ma se sono a passeggio con lei non posso di certo mettermi a leggere! Potrei farlo giusto se nello spazio recintato la lasciassi gironzolare e non ci fosse nessun'altro cane. Però, poverina! La porto al parco proprio per svagarsi e socializzare, oltre che stare con me in un altro ambiente che non è casa. Insomma, mi piacerebbe ma... devo trovare le giuste condizioni!


4) In spiaggia


Un altro luogo in cui mi piacerebbe leggere e lo faccio, d'estate, è al mare! Eppure, nonostante io abiti a Rimini a pochi passi dalla spiaggia, non ci vado così spesso come vorrei... e sembra assurdo, ma quando penso di andare al mare, automaticamente mi viene d'associarlo all'opprtunità di leggere un libro! Non m'interessa abbronzarmi o fare il bagno (finché scaricano le fogne...) ma più di tutto: leggere! Non è molto comodo in una giornata particolarmente afosa, ma al tempo stesso mi aiuta a sopportare il cocente sole mentre mi abbronzo... le gambe, ovviamente XD Non è un caso se la mia faccia resta sempre bianca!


5) Sul divano


Una scelta forse scontata, ma siccome leggo per la maggior parte delle volte mentre sono in viaggio, il divano mi manca e resta il mio posto preferito per leggere! Soprattutto se è quello di casa mia.
Perché, in fondo, leggere è un'esperienza intima.




Cosa ne pensate delle mie scelte?

Come al solito passo a curiosare nei vostri blog se ne avete uno e partecipate all'iniziativa, ma se non avete un blog potete comunque esprimervi scrivendo la vostra lista in un commento qui sotto ;)

Nel gruppo di discussione Facebook "Blogger: 5 Cose Che " abbiamo già scelto i prossimi argomenti; segnateveli per partecipare in tempo!

3 Marzo - 5 canzoni del cuore
10 Marzo - 5 libri, 5 tipi di tè
17 Marzo - 5 personaggi di cui vorrei leggere uno spin-off

giovedì 23 febbraio 2017

Segnalazione pulp / thriller /urban fantasy: "Una notte di ordinaria follia" di Alessio Filisdeo (Nativi Digitali Edizioni)

Cari astronauti,
il libro che vi sto per presentare era già uscito un paio d'anni fa in edizione ebook; ora è uscito anche in formato cartaceo, e dato che ancora non collaboravo con Nativi Digitali Edizioni, l'occasione è giusta per procedere con una segnalazione!


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

L'edizione cartacea include il racconto "Le Follie del Vampiro Nik" ed è stata pubblicata il 14 febbraio 2017; pubblicare la nuova edizione proprio per San Valentino è una provocazione, come scrive la casa editrice "non aspettatevi i soliti vampiri affascinanti e seducenti, perché gli immortali di questa storia sono folli e assetati di sangue!"




Titolo: Una notte di ordinaria follia
Autore: Alessio Filisdeo
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Collana: NSF – Non Solo Fantasy
Genere: Pulp, Thriller, Urban Fantasy
Data di uscita: 29 aprile 2015 ebook – 14 febbraio 2017 cartaceo
Formato: ebook e cartaceo
Pagine: 160
ASIN: B00WNO6R8A
Prezzo: € 2,99 ebook / € 10,00 cartaceo
Link per l'acquisto: amazon

“Viaggiare su una limousine in compagnia di un russo della mala e di un teenager non morto deve per forza significare che, da qualche parte, in un momento specifico che ora mi sfugge, la mia vita è andata inevitabilmente a puttane.”

Sinossi:
Manhattan: risvegliatasi nel bel mezzo di Central Park, una caparbia killer a contratto scopre di aver mancato clamorosamente il suo ultimo bersaglio. Non solo ha fallito, ma a stento ricorda quello che le è successo negli ultimi giorni. E le cattive notizie non sono ancora finite: uno sfacciato diciassettenne le confessa candidamente di averla uccisa pochi istanti prima. Il resto è... complicato.
Tra night club, società segrete, improbabili complotti e sparatorie a cielo aperto, benvenuti alla notte delle notti! In compagnia dell'irriverente vampiro Nik, della mafia russa e di galloni di sangue caldo!
“Una Notte di Ordinaria Follia” di Alessio Filisdeo, autore di “Le Memorie Oscure”, ci presenta un XXI secolo in salsa gotica, tra pulp e umorismo nero, mischiando insieme generi differenti e mantenendo un ritmo di narrazione serrato: sembra un cocktail, ma si “beve” come uno shot.


L'autore:
Alessio Filisdeo - Nato ad Ischia nel 1989, Alessio Filisdeo vive a Barano d'Ischia. Diplomato perito d'azienda, oggi si divide tra la passione per la scrittura e svariati lavoretti part-time. Grandissimo estimatore del genere gotico, in particolar modo del filone ottocentesco, ha negli anni partecipato a numerosi concorsi ed iniziative letterarie.




Già leggendo la trama questo libro mi sembra irresistibile! Ogni tanto ci vuole un po' di sana irriverenza! Sono davvero curiosa di leggerlo.
Voi cosa ne pensate? Lo avevate già letto in formato ebook?





mercoledì 22 febbraio 2017

Segnalazioni Newton Compton Editori del 21/23 Febbraio

Cari astronauti,
siete pronti per le novità editoriali di Newton Compton Editori? Alcune sono in arrivo giusto domani.


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Abbiamo quattro nuovi libri, uno per ogni genere: il primo è un romance, poi abbiamo un giallo italiano, un manuale, e infine - il mio preferito - un fantasy!




Titolo: Doppio gioco (The Lick Series Vol. 4)
Autrice: Kylie Scott
Editore: Newton Compton
Collana: Narrativa
Genere: Romance
Data di uscita: 21 Febbraio 2017
Pagine: 320
Formato: ebook
ISBN: 78-88-227-0495-5
Prezzo: 5,99 €
Link per l'acquisto: amazon

Dall’autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today»
Un’emozionante storia d’amore impossibile e inaspettata

Sinossi:
Con un test di gravidanza positivo, la vita ordinaria di Lizzy Rollins sta per cambiare completamente. E per sempre. A Las Vegas si è lasciata andare e ha passato una notte con Ben Nicholson, il bassista degli Stage Dive. Ma Lizzy lo conosce bene. Sa che Ben non è il tipo d’uomo in cerca di una storia seria e duratura. D’altra parte per Ben Nicholson Lizzy è off limits. Assolutamente. Perché è la sorella minore della moglie. Non importa che ne sia follemente attratto, che lei sia dolce e sexy: tra loro non può esserci niente. Niente oltre a quello che è successo a Las Vegas. Eppure adesso c’è qualcosa che li lega, forse nel modo più profondo possibile. E chissà che anche i loro cuori non siano destinati ad avvicinarsi…

«Uno sguardo sorprendentemente delicato sul rock and roll americano... Pur conservando il suo stile malizioso, la Scott ha portato anche della tenerezza in questo racconto.»
Publishers Weekly

«Una storia d’amore divertente e piena di passione, per tutti i fan del new adult.»
Booklist

L'autrice:
Autrice bestseller del «New York Times» e «USA Today», è da sempre appassionata di storie d’amore, rock’n’roll e film horror di serie B. Vive nel Queensland, in Australia, legge, scrive e non perde troppo tempo su internet. La Newton Compton ha pubblicato Tutto in una sola notte, È stato solo un gioco, Nessun pentimento e Doppio gioco.





Titolo: Delitto con inganno (Le indagini dell'ispettore Santoni Vol. 5)
Autore: Franco Matteucci
Editore: Newton Compton
Collana: Nuova Narrativa Newton
Genere: Giallo
Data di uscita: 21 Febbraio 2017
Pagine: 256
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-88-227-0108-4
Prezzo: 3,99 € ebook / 9,90 € cartaceo
Link per l'acquisto: amazon

Un tranquillo paesino. Un labirinto di misteri. Un thriller perfetto.
Una nuova straordinaria indagine dell’ispettore più amato dagli italiani

Un autore bestseller
Finalista al Premio Strega

Sinossi:
È un inverno molto freddo e nevoso a Valdiluce. L’ispettore Santoni si trova a dover indagare su un evento accaduto una quindicina di anni prima e che all’epoca sconvolse la cittadina. La drammatica vicenda costringe l’ispettore, assistito dal fedele Kristal Beretta, a recuperare notizie su come avvennero i fatti, ma anche a ripercorrere la sua storia privata, dato che all’epoca era un adolescente innamorato proprio della bellissima Clara Meynet, la ragazza al centro del crimine. La giovane è scomparsa in circostanze mai chiarite, e non è stata più ritrovata. Durante le indagini, nonostante una certa ritrosia degli abitanti a collaborare, una serie di coincidenze riportano alla luce elementi che convincono l’ispettore ad avventurarsi nelle viscere del monte Sassone, luogo ameno e minaccioso dimenticato da decenni, attraverso un dedalo di tunnel, gallerie e cunicoli che nascondono spaventosi misteri. La selvaggia e potente natura dei luoghi, protettrice di un macabro segreto, testimonia che la verità è rimasta sepolta per anni sotto una fitta coltre di neve, ghiaccio e paura…

Hanno scritto dei suoi romanzi:

«È nel saper cogliere il valore non superficiale dei dettagli che Matteucci, giovandosi della concretezza imposta dal giallo, trova la sua cifra narrativa più convincente.»
Giorgio Montefoschi, Corriere della Sera

«Un romanzo che cattura, che squarcia un velo sui vizi e sui segreti di una piccola comunità di provincia, che appassiona e intriga, che si nutre di indizi che il disgelo potrebbe cancellare.»
Il Sole 24 ore

L'autore:
Autore e regista televisivo, vive e lavora a Roma. Ha scritto i romanzi La neve rossa (premio Crotone opera prima), Il visionario (finalista al premio Strega, premio Cesare Pavese e premio Scanno), Festa al blu di Prussia (premio Procida Isola di Arturo – Elsa Morante), Il profumo della neve (finalista al premio Strega), Lo show della farfalla (finalista al Premio Viareggio – Rèpaci). È autore di una serie di gialli di grande successo che hanno per protagonista l’ispettore Marzio Santoni: Il suicidio perfetto, La mossa del cartomante, Tre cadaveri sotto la neve, Lo strano caso dell'orso ucciso nel bosco e Delitto con inganno. I suoi libri sono stati tradotti in diversi Paesi.





Titolo: È facile fare la spesa se sai leggere l'etichetta
Autore: Enrico Cinotti
Editore: Newton Compton
Collana: Grandi Manuali Newton
Genere: Manuale
Data di uscita: 23 Febbraio 2017
Pagine: 256
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-88-227-0103-9
Prezzo: 10,00 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Tutto quello che devi sapere per evitare inutili rischi e tutelare la tua salute
Non dimenticare di leggere l’etichetta
Consigli preziosi per capire meglio cosa mettere nel carrello della spesa

Sinossi:
Tutti noi siamo abituati a mangiare cibi industriali, preparati e confezionati secondo precise norme. Ma siamo certi che sia sempre così? Purtroppo le recenti e sempre più numerose inchieste su contraffazioni e truffe nel settore dell’industria agroalimentare dimostrano che non tutte le aziende sono trasparenti e seguono le leggi sulla tutela della salute dei consumatori. E allora come possiamo essere più consapevoli su quello che portiamo in tavola e su ciò che va evitato per scongiurare inutili rischi? Quali sono i prodotti più sicuri, e soprattutto come sceglierli al supermercato? Imparare a leggere le etichette sulle confezioni è un primo passo per diventare consumatori consapevoli. L’etichetta informa sul contenuto del prodotto in modo chiaro, semplice, leggibile e veritiero. Grazie a questo libro diventeremo dei veri e propri esperti di termini di scadenza e modalità di conservazione, potremo capire da dove provengono gli alimenti e conoscere la tipologia dei diversi allergeni, comprendere le differenze tra un prodotto fresco e uno surgelato, scoprire l’esatta natura degli additivi e i loro effetti sulla nostra salute. Una guida utile a tutti, che fa riflettere su stili di vita e consumi alimentari e aiuta a scegliere senza essere scelti.…


L'autore:
Vicedirettore del mensile «il Salvagente», segue il mondo dei consumatori da oltre vent’anni. Sui temi della sicurezza alimentare ha firmato diverse inchieste importanti, come quella sul falso olio extravergine, e collaborato con trasmissioni televisive. Vive e lavora a Roma.





Titolo: Forever. Solamente io e te (The Ivy Series Vol. 2)
Autrice: Amy Engel
Editore: Newton Compton
Collana: Vertigo
Genere: Distopico
Data di uscita: 23 Febbraio 2017
Pagine: 256
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-88-227-0115-2
Prezzo: 4,99 € ebook / 9,90 € cartaceo
Link per l'acquisto: amazon

Emozionante come Hunger Games, adrenalinico come Divergent
Un’avventura ai confini di un mondo pericoloso
Un amore che aiuta a sopravvivere

Sinossi:
Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer – come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c’è speranza. C’è vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo…

«Era dai tempi di Hunger Games che non leggevo un libro così coinvolgente.»
Sweety Reviews

«Forever ha tutti gli ingredienti che cercate in un romanzo epico: personaggi da brivido, una trama appassionante, dialoghi estasianti… Consigliatissimo.»

«Profondo, struggente e sexy! Sono rimasta sveglia per finire di leggere e mi sono addormentata con il nome di Bishop sulle labbra…»

«Amy Engel ha scritto uno dei migliori romanzi distopici che io abbia mai letto. Impossibile staccarsene!»


L'autrice:
È nata in Kansas e dopo un’infanzia trascorsa tra Iran, Taiwan e diversi luoghi degli Stati Uniti si è fermata a Kansas City, nel Missouri, dove vive con il marito e due figli. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, è stata avvocato penalista. Il primo titolo della saga bestseller pubblicato da Newton Compton nel 2016 è Forever..





Ci tengo a dire che quando faccio la spesa, da tre anni a questa parte, a seguito di problemi di salute, leggo sempre le etichette! Sempre, anche nel caso in cui sono di fretta! Non voglio più stare male e intossicare il mio corpo. Vi consiglio di fare altrettanto, e d'informarvi su quel che mangiate; il manuale qui sopra segnalato, potrebbe essere un'ottima guida all'acquisto.

Per il resto, mi colpisce l'uscita del secondo libro di "Forever"... io devo ancora leggere il primo... perché sono così lenta? (momento di autocommiserazione XD)

Voi cosa ne pensate di queste uscite?






martedì 21 febbraio 2017

Leggi Universali: Estratti da "The Giver - Il Donatore" di Lois Lowry

Carissimi astronauti,
torno a parlarvi di uno dei libri che mi ha più colpito in questi ultimi tempi.
Dopo averlo recensito (QUI) e averlo citato anche durante la rubrica settimanale di "5 Cose Che..." (5 Canzoni per 5 Libri, dove gli ho, appunto, associato una canzone QUI), non potevo proprio fare a meno di dedicare a "The Giver - Il Donatore" questa particolare rubrica.


Rubrica dedicata agli estratti
Letture significative che vanno oltre la letteratura d'evasione

L'ho infatti paragonato a "Il Piccolo Principe", cosa che mai mi sarei sognata di fare per qualsiasi libro! Insomma, credevo che nessun'altra opera potesse egualiare quella di Antoine de Saint Exupéry in termini di enormi concetti esistenziali racchiusi in semplici frasi.
Invece è successo, e, guardate il caso, anche "The Giver - Il Donatore" è un'opera destinata ai ragazzi, ma con significati interessanti anche per gli adulti.




Premesso che il libro narra di una società in cui tutto è programmato senza considerare i bisogni e le aspirazioni individuali, che gli esseri umani sono ridotti a qualcosa di più simile ai robot che a degli esseri pensanti (poiché sono stati loro rimossi gli istinti naturali come le Pulsioni), che vige la cosiddetta legge dell'Uniformità a cui - ovviamente - nessuno si oppone, il primo estratto riguarda un grandissimo tema: il libero arbitrio.
Al dodicenne Jonas è stato assegnato il rarissimo ruolo di Accoglitore di Memorie del passato dell'umanità, mentre il Donatore è il vecchio saggio che gliele trasmette: seduta dopo seduta, è come se Jonas acquistasse consapevolezza di ciò che è stato perso, ovvero tutto ciò di cui la comunità si sta incoscentemente privando.
Il dialogo è un po' lungo ma vale la pena riportarlo senza tagli.




Ci sarebbe voluto parecchio prima che fosse capace di vedere i colori in modo permanente, gli disse il Donatore.
«Ma io li voglio!» protestò Jonas. «Non è giusto non vederli!»
«Non è giusto?» Il Donatore lo fissò in modo strano. «In che senso?»
«Beh...» Jonas dovette soffermarsi a riflettere: «Se è tutto uguale non c'è possibilità di scelta. Ma io voglio svegliarmi la mattina e scegliere! Per esempio... metterò una tunica azzurra o una rossa?»
Abbassò lo sguardo sulla stoffa incolore della propria veste. «Invece è tutto uguale, sempre».  Poi rise imbarazzato. «So che non è importante cosa indossi, però...»
«Però è importante poter scegliere, giusto?» lo aiutò a concludere il Donatore.
Jonas annuì, «Il mio fratellino... Cioè, no, non è esattamente mio fratello, non proprio» si corresse subito. «Insomma il neobimbo di cui la mia famiglia si prende cura, Gabriel...»
«Sì, so di Gabriel».
«Be', ora è nell'età in cui si apprende di più. Afferra i giocattoli quando glieli mettiamo davanti... mio padre dice che sta imparando a coordinare i muscoli secondari. Ed è così carino».
Il Donatore annuì.
«Adesso che vedo i colori, sia pure di tanto in tanto, non posso fare a meno di pensare: e se gli mettessimo davanti oggetti d'un rosso vivido, o d'un giallo acceso, e lui potesse scegliere... non sarebbe meglio dell'Uniformità?»
«Potrebbe fare la scelta sbagliata».
«Oh», Jonas restò in silenzio per un minuto intero. «Capisco. Non avrebbe importanza nel caso di un giocattolo, però ne avrebbe in seguito, non è così? Non possiamo permettere che ciascuno faccia delle scelte per conto proprio».
«Non sarebbe sicuro?» suggerì il Donatore.
«Assolutamente no» disse Jonas, convinto. «Che accadrebbe se fosse permesso scegliere il proprio compagno? E se la scelta si rivelasse sbagliata? O se... » proseguì, quasi ridendo per l'assurdità dell'idea «se fosse permesso scegliere il proprio lavoro?»
«Inquietante, vero?»
Jonas ridacchiò. «Altroché. Neanche riesco a immaginarmelo. Dobbiamo proteggere la gente dalle scelte sbagliate».
«E' più sicuro».
«Sì» concordò Jonas. «Molto più sicuro».
Ma anche quando la conversazione si spostò su altri argomenti, a Jonas restò uno
strano senso di frustrazione, che nemmeno lui riusciva a spiegarsi.




Come ho scritto in un Tweet (vedi QUI) durante la lettura, quest'opera è stata capace di farmi amare la nostra realtà fin nelle piccole cose, quelle semplici, a cui spesso non diamo importanza.
Leggete questo bellissimo passo che ci ricorda che la vita è meravigliosa.





Jonas aveva già sperimentato innumerevoli, sconosciuti frammenti di gioia. Aveva assistito a una festa di compleanno e aveva visto un bambino festeggiato in un giorno tutto suo, e ora capiva la gioia di essere un individuo speciale, unico e fiero.
Aveva visitato musei e ammirato dipinti pieni di tutti i colori che ora conosceva e individuava.
Durante una memoria di pura estasi aveva cavalcato un cavallo dal manto scuro e lucido su un campo d'erba profumata ed era smontato accanto a un ruscello, e lui e il cavallo ne avevano bevuto l'acqua fresca e limpida.
Ora conosceva gli animali e, quando il cavallo, dopo aver bevuto, gli aveva affettuosamente strofinato il muso conto una spalla, Jonas aveva percepito il legame esistente tra loro e gli esseri umani.
Aveva camminato nei boschi e si era seduto di notte davanti a un fuoco. Attraverso
le memorie aveva appreso il dolore dell'abbandono e della solitudine, ma aveva
conquistato anche la consapevolezze dei benefici che quest'ultima poteva recare
con sé.




Ora vi riporto l'estratto di un capitolo che mi ha emozionata dall'inizio alla fine. Probabilmente, quanto vi copio non vi toccherà molto, ma dopo questo estratto, sappiate che l'intensità va in crescendo.
E' il capitolo in cui si parla di un'emozione dimenticata: l'amare.
E di un rapporto che è venuto a mancare: quello della famiglia.






Un bambino andò a sedersi in grembo all'anziana, che lo cullò e strofinò una guancia contro la sua.
Jonas aprì gli occhi e restò sdraiato sul letto, felice, indugiando ancora nel calore così avvolgente e rassicurante di quella memoria.
Erano tutte lì, le cose che aveva imparato ad amare.
«Che cosa hai percepito?» gli chiese il Donatore.
«Calore» fu la risposta «e felicità. E... mi lasci pensare. Famiglia. Era una celebrazione di qualche tipo, una festa. E qualcos'altro... non so trovare la parola adatta».
«Ti verrà in mente».
«Chi erano i due anziani? Perché erano lì?»
La loro presenza lo aveva stupito. Gli anziani della Comunità non lasciavano mai l'edificio loro riservato, dov'erano così ben curati e rispettati.
«Si chiamavano nonni».
«Nonni?»
«Nonni. Tanto tempo fa, si chiamavano così i genitori dei genitori».
«Tanto e tanto e tanto tempo fa?» Jonas ridacchiò. «Vuole dire che c'erano genitori dei genitori dei genitori dei genitori?»
Anche il Donatore rise.
«Esatto. Un po' come guardarsi in uno specchio e vedere te stesso che guardi in
uno specchio e via di seguito».




In conclusione, non posso fare a meno di riportarvi un estratto sulle emozioni, perché, in fondo, è proprio questo il nucleo centrale del libro.





Riflettendo, com'era sua buona abitudine, sulla precisione linguistica, Jonas si rese conto che stava sperimentando una nuova profondità di sentimenti, che li rendeva diversi da quelli che ogni sera, in ogni casa, ogni cittadino analizzava in discussioni senza fine.
"Mi sono arrabbiata perché qualcuno ha infranto le regole del parco giochi", aveva detto una volta Lily, stringendo il piccolo pugno a dimostrazione della propria collera. E tutti, Jonas compreso, avevano parlato della possibile causa dell'infrazione e del bisogno di capire e pazientare, finché il pugno di Lily si era schiuso e la rabbia dileguata.
Ma quella di Lily (ora Jonas se ne rendeva conto) non era stata rabbia: impazienza e stizza superficiali, ecco cos'aveva provato la bambina. E lui lo sapeva con sicurezza, perché adesso conosceva la vera rabbia: nelle memorie, aveva incontrato ingiustizia e crudeltà, e aveva reagito con una collera così intesnsa e straziante da rendere assurdo il pensiero di discuterne con calma dopo il pasto serale.
"Oggi mi sono sentita triste" aveva detto sua mamma, e loro l'avevano consolata.
Ma ora Jonas sapeva cosa fosse la vera tristezza.
Aveva provato il dolore. E sapeva che, per quelle emozioni, non esisteva conforto
immediato.
Perché le vere emozioni scavano in profondità e non c'è bisogno di parlarne.
Si sentono e basta.





Come vedete si tratta di dialoghi ed estratti un po' lunghi, perché occorre leggere un po' di pagine prima di apprendere il concetto che ogni episodio vuole trasmettere. Un po' come "Il Piccolo Principe", non vi sembra? ;)
Ad ogni modo, ora tocca a voi esprimervi: cosa ne pensate di questi estratti?
Qual'è il vostro passo preferito?
Pensate anche voi che tra questi concetti siano racchiuse delle leggi universali?
Fatemi sapere nei commenti!





lunedì 20 febbraio 2017

Segnalazione Paranormal Romance / Fantasy Erotico: "The Last Valkyrie" di Jennifer Sage (Dunwich Edizioni)

Cari astronauti,
anche oggi ho per voi una nuova segnalazione; secondo me è molto interessante!


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Questo libro mi ha colpito fin dal primo momento in cui l'ho notato nella mia casella e-mail: il titolo, l'atnosfera fantasy e paranormal romance, una cover splendida e un artwork meraviglioso... non resta che conoscere l'interno di questa fantastica confezione!
Vediamolo insieme ;)




Titolo: The Last Valkyrie: Tre Anelli - Tre Re
Autrice: Jennifer Sage
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Paranormal Romance / Fantasy erotico
Data di uscita: 13 Febbraio 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 400
ISBN: 978-8899635466
Prezzo: € 14,90 cartaceo / € 3,99 ebook
Link per l'acquisto: amazon

Kara darebbe la sua stessa anima per dimenticare i segreti che ha scoperto.

È un romanzo davvero ben confezionato: i miti nordici sono i protagonisti e si alternano amore, sensualità, avventura e antiche profezie.

Il Crepuscolo degli Dei (o Ragnarok) sta per iniziare: lasciatevi conquistare da Kara, l’ultima Valchiria!


Sinossi:
Un genocidio ha spazzato via le Valchirie, le uniche messaggere capaci di viaggiare liberamente fino ad Asgard e nel Valhalla, oltre agli Dei. Allo stesso tempo, una magia nera tiene segregati gli Dei ad Asgard fino a quando il Ragnarok non sarà completo, e tutti gli Dei e i regni saranno distrutti, in modo che nuove divinità possano salire al trono.

La nascita di Kara su Midgard non è stata registrata e, dalla morte della sua stirpe, ha vissuto nascosta presso il Drago a cui darebbe l’anima. Il suo amore per Zane è un pozzo senza fondo e, nonostante la compagna del Drago sia morta nel genocidio, Kara non può fermare i suoi sentimenti. Non riesce a controllare il suo cuore più di quanto non riesca a capire come essere una Valchiria e liberare gli Dei. Zane è stato il suo mondo per più di due secoli, mantenendo segreti che potrebbero mandarla completamente in frantumi.

Rune ha concubine e contratti, ma adesso ha il compito di insegnare la magia a una Valchiria ormai sola per fermare la Nazione Pro Ragnarok, come lui stesso la chiama. Rune non prende parti, ma conosce il piacere… lo conosce molto, molto bene. Qualcosa di cui Kara ha bisogno da moltissimo tempo e che le è sempre stato negato. Il suo cuore appartiene a Zane, il suo Drago, ma lui non è mai stato davvero suo, vero?

Un viaggio attraverso l’amore, il lutto, la magia e la redenzione nel più improbabile dei luoghi. Unitevi a Kara, l’ultima Valchiria, e scoprite insieme a lei verità, menzogne, lussuria e perdite mentre tenta di imparare come essere una Valchiria.


* * * Consigliata la lettura ai maggiori di diciotto anni per i contenuti espliciti.
Questo è il primo romanzo di una trilogia: tre inverni, tre libri.
Alcuni elementi si concludono al termine di ciascun volume, ma si aggiungeranno molte domande fino al terzo libro, quando tutte le maschere cadranno. Buona lettura! * * *

©Claudia di Phatputty Art

Dicono del libro:

«Da dove cominciare? Questo romanzo ha tutto ciò che potreste volere per immergervi in un’avventura strepitosa. Romanticismo, suspense, personaggi sexy… okay, sono personaggi MOLTO sexy. Momenti strappalacrime si alternano ad altri divertenti. Jennifer ha creato un mondo che mischia elementi reali con il fantasy e lo ha fatto in modo da farlo sentire vero.» 
All About Books Blog

«Quando leggo l’opera di un’autrice e me ne innamoro, in genere mi aspetto che il suo prossimo libro non mi sorprenda, non che mi sciocchi al punto da lasciarmi senza parole e con il desiderio di volerne ancora. Jennifer Sage riesce a farlo ogni volta con ogni libro!» 
Have You Heard? Book Blog

«Ho fatto un drammatico ed eccitante cambio di passo dalle mie solite letture quando ho voltato la prima pagina di The Last Valkyrie. Mi sono immediatamente imbarcata in un viaggio nel paranormal che mi ha tenuto inchiodata fino all’ultima parola. A differenza delle ultime opere paranormal che ho letto di recente, The Last Valkyrie è scritto splendidamente ed è un meraviglioso inizio per una grande storia.» 
Books2Blogs


L'autrice:
Prima di diventare una scrittrice a tempo pieno, Jennifer Sage ha lavorato nell’industria bancaria, ottenendo il titolo di Project Manager. Scrive da quando è in grado di tenere una penna, cominciando a ottenere riconoscimenti sin dalla seconda elementare, quando le è stato concesso il premio Giovane Autore nello Stato della Florida. Le sue poesie erotiche sono state pubblicate e condivise in tutto il mondo, e i suoi libri apprezzati a livello internazionale.
Nel 2011 è stato pubblicato il suo primo romanzo, Immortal Dreams, subito seguito da Immortal Bound. I due volumi sono parte di una serie fantasy/suspense/romance ambientata in uno scenario urbano. Jennifer Sage è un’esperta costruttrice di mondi e anzi l’ambientazione è parte integrante dei romanzi quanto i personaggi che li animano. Il suo stile originale l’ha distinta dalle altre autrici del genere.
Keltor, il primo libro della serie The Guardian Archives, è stato pubblicato nel 2012. È stato inserito nella categoria dei paranormal romance. Anche questa serie prende vita in un mondo urbano, epico, e pieno di angeli, demoni e qualunque altra creatura tra i due estremi. I due seguiti, Ratha – la Magia Interiore e Dante – Parte Prima, sono stati pubblicati anche in Italia. È in arrivo in Italia la seconda parte di Dante nell’estate del 2017.




Ho i primi due ebook della serie "The Guardian Archives" ancora in attesa di lettura sul mio kindle, e ora sono interessata anche a questo libro!
Come si fa a resistere al fascino della mitologia norrena, soprattutto quando si tratta di eroine impavide come le Valchirie? Devo leggerlo assolutamente!
E voi, cosa ne pensate?




La mia serie urban fantasy


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate