I miei libri


sabato 25 marzo 2017

Segnalazione romanzo: "Il precario equilibrio della vita" di Giorgio Marconi (96, rue de-La-Fontaine Edizioni)

Cari astronauti,
siete pronti per una nuova segnalazione?

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Stavolta vi propongo un romanzo biografico che tratta della passione per la pittura, ma principalmente, dell'amore.
Vediamolo nel dettaglio.



Titolo: Il precario equilibrio della vita
Autore: Giorgio Marconi
Editore: 96, rue de-La-Fontaine Edizioni
Collana: Il lato inesplorato
Genere: Romanzo (biografico e di costume)
Data di uscita: 12 Gennaio 2017
Formato: cartaceo
Pagine: 136
ISBN: 978-88-99783-28-0
Prezzo: € 12,00 
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Giulio Matreschi, pittore, ricoverato in una casa di riposo, racconta la sua vita a Goffredo, impiegato delle poste che va a trovarlo per consegnargli una lettera giunta a destinazione con un ritardo di cinquant'anni. È la lettera di Clara, l'unica donna che il pittore abbia mai amato e che, se ricevuta nel 1939, avrebbe potuto cambiare la sua vita. Alla vicenda s’intreccia la simpatia che nasce tra Goffredo e Yvonne, infermiera della casa di riposo. Le storie dei tre protagonisti si legano nella cognizione che l'Amore non è mai sprecato, ma trova il modo di esprimersi anche a distanza di decenni. Amore che riesce finalmente ad abbracciare le loro esistenze, in bilico e sempre alla ricerca di un equilibrio pur nella consapevolezza della sua inconfutabile precarietà.


L'autore:
Giorgio Marconi è nato a Roma nel 1967. Vive a Cerveteri e lavora a Roma.

Consegue il diploma di maturità scientifica nel 1986. 
Opera nel mondo dell'informatica da quasi 25 anni. 
Sposato con Alla e papà di Nicole e Greta.

Ha avuto modo di viaggiare molto, non solo con la fantasia.
Appassionato di letteratura classica e soprattutto contemporanea, amante di noir, gialli, thriller e racconti del mistero.
Scrive, principalmente racconti, da quasi 20 anni.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti in concorsi e iniziative letterarie.

Tra gli altri, ha vinto il primo premio nei concorsi: Premio Letterario “I Fiori 2005”(Ed. I fiori di Campo), Premio Picena 2003, Premio Biennale Letterario dei Monti Lepini (2002) e Premio di Letteratura “Un messaggio in Bottiglia” (2003).
Alcuni suoi racconti sono pubblicati in raccolte edite con altri autori: “I fiori 2002” (ed.  I fiori di campo), Abitando un racconto (Osama Edizioni, 2003), Le Formiche Rosse (Betti Editrice, 2002), I racconti del Prione (Ed. Giacchè, 2002), Mondi Sommersi (Photocity Edizioni, 2011).

Nel 2006 ha pubblicato la raccolta di racconti: “D’odio, d’amore e d’altro ancora” (ed.  I fiori di campo).

Nel 2011 un suo racconto è stato selezionato per l’antologia: “Del Vizio e Della Virtù - Antologia di racconti del XXI secolo” pubblicata dalla casa editrice Diamond in cui è presente anche  un racconto di Dacia Maraini.

Nel 2012 ha pubblicato una prima edizione dell romanzo “Il precario equilibrio della vita” (ed. Montag), finalista ai Premi Nazionali “Le Fenici 2011” e “Nicola Calabria Editore 2011”.

Nel 2017 ha pubblicato una seconda edizione, rivista e rinnovata, del romanzo “Il precario equilibrio della vita” con la casa editrice 96, rue de-La-Fontaine Edizioni.
Principali riconoscimenti in campo letterario:


Link utili:




Ben quattro capitoli in anteprima: leggeteli per farvi un'idea più precisa!
Intanto ditemi: cosa ne pensate?



venerdì 24 marzo 2017

5 Cose Che... #51: 5 Elementi essenziali che valuto nell'acquisto di un Libro

Carissimi astronauti,
eccoci a un nuovo appuntamento con la rubrica ideata dal blog Twins Book Lovers.
L'iniziativa si svolge ogni venerdì, e ogni volta si tratta un argomento diverso; dai libri ai fumetti, dai telefilm ai film, talvolta anche canzoni e locations!
Vi ricordo che la partecipazione è libera e aperta a tutti; basta iscriversi QUI.




5 Elementi essenziali che valuto nell'acquisto di un Libro
Questa è facile!


1) Il genere (un po' di fantasia ci vuole sempre!)


Mettetemi davanti a un urban fantasy o a un distopico che lo compro a occhi chiusi! XD Sono molto curiosa riguardo a questi due generi, e in generale ho una predilezione per il fantasy (con tutti i relativi sottogeneri, a parte l'epic - salvo rare eccezioni) e la fantascienza (seppur con alcuni limiti), ma può attirarmi anche una storia mainstream purché abbia un elemento fantastico alla base della trama; nonostante io legga un po' di tutto, ho infatti un bisogno inesauribile di leggere storie fantasiose, magari anche un po' bizzarre... che poi mi conquistano se si rivelano realistiche!


2) L'originalità della trama


La prima cosa che guardo in un libro è la trama: se non m'intriga la storia, come può venirmi voglia di leggerlo? :P Potrebbe attirare la mia attenzione un libro di cui tutti parlano bene e ha le fascette del bestseller, ma se leggendo la trama non mi dice nulla, non c'è modo che mi nasca la curiosità; è successo, ad esempio, con le serie di "50 sfumature" e "After".
Però, ammettiamo che mi trovi davanti a un fantasy (quindi un genere nelle mie corde): se giro la copertina e mi trovo la solita trama trita e ritrita, non leggo nemmeno questo libro. Fondamentalmente, in una trama cerco l'originalità. E' la trama che mi colpisce; è lei che fa sì che il libro urli nel mio petto "comprami!"


3) Il prezzo


Ebbene sì: il prezzo è tra gli elementi fondamentali per l'acquisto di un libro. 
Sono sincera: preferisco non andare oltre una spesa di 15€ a meno che si tratti di cofanetti.
Questo è anche uno dei motivi principali per cui ho deciso di diventare un'autrice self: ero stanca di vedere un prezzo imposto a 20€; so che scoraggia, e nemmeno io compro dei libri così costosi! Le librerie sono piene di titoli in vendita a 6€, 10€, 12€... e si tratta di titoli conosciuti. Quando esco da una libreria (o da un sito XD) con un acquisto che mi è costato così poco, sono addirittura soddisfatta e felice, come se avessi fatto un affare!
A proposito, il libro di cui ho postato la foto è "il libro più costoso di amazon"; esiste sul serio! :O


4) La "mole"


Mia mamma ha sempre detto che più i libri erano spessi, più a lei veniva voglia di leggerli; ecco, non è il mio caso! Un volume che contiene oltre 400 pagine già mi scoraggia, ed è per questo che non sono ancora riuscita a leggere quei tomi giganteschi de "Le Cronache di Narnia", "Outlander - La straniera" o Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (in quest'ultimo caso rimpiango di non aver acquistato i volumi singoli)! E dire che queste storie già le amo perché in fondo ne conosco le trasposizioni, ma niente, non ce la faccio a superare quest'ostacolo, sarà anche perché leggo spesso fuori casa; come potrei portarmi dietro un peso del genere? :/ 
Io amo i tascabili. Soprattutto i TEA ^^


5) Le valutazioni


Sì, lo so: prima avevo scritto che se un libro piace a molte persone può non condizionarmi... viceversa, però, se sono lì lì per acquistare un libro che mi ha colpito e vedo che è valutato con poche stelline, di sicuro vado a cercare ulteriori informazioni per il web, ma se i commenti negativi persistono è probabile che non lo compri più! 
Questo genere di ripensamenti non accade mai quando sono in una libreria fisica: lì nemmeno me li faccio questi problemi; seguo l'istinto e compro! Mi è infatti capitato di acquistare un paio di libri in una bancarella al mercato: ero curiosissima di leggerli, ma quando sono andata a cercarli su internet ho visto che avevano dei pessimi voti... risultato? Ho rimandato la lettura! XD
I giudizi altrui, in un modo o nell'altro, condizionano sempre...




Cosa ne pensate di questi miei elementi di valutazione?
Sono anche i vostri?

Lasciate nei commenti le vostre opinioni in proposito e le vostre eventuali 5 scelte; se poi siete tra i blog partecipanti all'iniziativa, passo volentieri a curiosare! ;)

Nel gruppo di discussione Facebook "Blogger: 5 Cose Che " abbiamo deciso gli argomenti delle prossime settimane.
Non perdetevi questi appuntamenti!

31 Marzo - 5 citazioni che mi rispecchiano
7 Aprile - 5 libri che mi hanno costretto a leggere (es. scuola, università...)
14 Aprile - 5 cose che amo dei libri
21 Aprile - 5 libri che mi sono piaciuti nonostante la copertina brutta
28 Aprile - 5 titoli di libri che cambierei




giovedì 23 marzo 2017

Segnalazione raccolta sci-fi / weird : "Divagazioni Aliene" di Federica Leonardi, Alessandro Schillaci, Gabriele Valenza (Kipple Officina Libraria)

Cari astronauti,
dopo una breve pausa, tornano le segnalazioni!

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Ho tra le mani una novità intessante uscita proprio all'inizio di questo mese: l'ebook raccoglie i tre racconti vincitori del Premio Short Kipple dello scorso anno, e che spaziano dal weird alla fantascienza.
Diamo un'occhiata più da vicino.




Titolo: Divagazioni Aliene
Autori: Federica Leonardi, Alessandro Schillaci, Gabriele Valenza
Editore: Kipple Officina Libraria
Collana: Capsule
Genere: Weird / Sci-Fi
Data di uscita: 3 Marzo 2017
Formato: ebook
Pagine: 51
ISBN 978-88-98953-73-8
Prezzo: € 0,95 
Link per l'acquisto: amazon

I racconti contenuti nell'antologia sono:
• Il mistero del tuo corpo di Federica Leonardi
• Nostra signora Eternità  di Alessandro Schillaci
• Parole di pioggia di Gabriele Valenza

Sinossi:
Il mistero del tuo corpo: La poesia di un incontro lovecraftiano si espande sulla trama di una spiaggia isolata, nel passare degli anni, nel mutare della solitudine in consapevolezza e poi, nel destinare ogni ricordo al proprio fato. Tutto sembra un sogno e lo stacco del Fantastico si apposta su ogni lato dell’immaginazione, diventa realtà.

Nostra signora Eternità: La trama del reale si compone d’infinite percezioni, sicurezze, sensazioni. Eric è uno di quelli che lavora col reale, e nei prolungamenti innaturali del corpo ha instaurato il proprio modello di vita e sostentamento. Le sue percezioni ESP ne fanno un esperto manipolatore mentale e così, ci sarà mai qualche sorpresa che potrà sconvolgergli la vita?

Parole di pioggia: Può una favola essere un complemento all’esplorazione spaziale, alla sintesi tra incontri alieni e fede mistica, addirittura religiosa? Andando incontro al nostro destino esistono una serie di domande da risolvere, e tutto appare rivestito da una coltre indeterminata che rende la vita sospesa,  incerta; ma poi, trovare le risposte giuste renderà davvero la nostra vita connessa alle forze trascendentali dell’energia?

Fu un lento, prolungato istante. Il fluido movimento dei muscoli che curvavano.
Le cosce di lei si chiusero come valve sui fianchi dell’altro, stringendolo in una morsa di dolore e desiderio.
Le mani risalirono le braccia umide di mare e adrenalina. Le giunture delle falangi si dissaldarono; carne e pelle mutarono in cedevoli, duttili mucose. Le dita, ora vibranti arti ricchi di sensori, si tesero alla ricerca di un varco nella morbida nuca del suo amante. Fessura di sangue, ossitocina, dopamina.
Lui si agitò, mentre lei lo penetrava.
Lei aumentò la stretta degli arti inferiori, allacciando le estremità roride e calde attorno a quel tenero corpo gelatinoso.
Lottarono, eccitati e furiosi. Una danza di morsi e code dibattenti; di schiocchi di gola e gemiti sanguinanti.
L’istante si fece frenesia e poi si disfece in un sibilante, ottuso grido di piacere.
E il corpo di lei, del tutto aperto, lo accolse.

Federica Leonardi – Il mistero del tuo corpo


Quella sera, fuori dalla porta del locale, le squadre di liquidatori – il jack-o – controllavano il livello di radioattività con i loro dosimetri portatili. I led lampeggiavano nella notte come lucciole spettrali e ogni tanto un suono più acuto echeggiava nell’aria umida segnalava che qualcuno doveva essere allontanato.
Entrai nel locale lasciando filtrare con me un po’ di aria gelida di ottobre che mi spinse all’interno come una mano invisibile, e mi tolsi il giubbotto sintetico. Qualcuno si girò nella mia direzione e nei loro movimenti intravidi riflessi argentei di protesi miracolose, nascoste sotto i vestiti in nylon.
Trovai Steve che mi aspettava con una sigaretta tra le dita e lo sguardo vuoto. Faceva dei cerchi con la punta della sigaretta, disegnando l’aria con movimenti incerti. Mi sedetti al nostro tavolo e ordinai una birra mentre apprezzavo la sensazione di aria disinfettata e senza isotopi radioattivi. Forse era solo suggestione, ma a ogni respiro sentivo l’aria più leggera.
Steve mi guardò perplesso, poi sussurrò: – Non può essere veramente lui. Dev’essere uno scherzo.

Alessandro Schillaci – Nostra signora Eternità


Quel giorno, il 7 Marzo, era domenica e ricordo bene che stavo sorseggiando il caffè guardando fuori dalla finestra, quando notai nel cielo qualcosa di strano venire giù lentamente. Inizialmente pensai si trattasse di neve, cosa già di per sé bizzarra, considerato che a marzo non nevica mai. Strizzai gli occhi per l’incredulità, era un fenomeno talmente fuori luogo da poter essere paragonato a una cascata nel deserto. Tutti alzammo gli occhi al cielo per osservare cosa stesse accadendo, la gente per strada interruppe il flusso incessante dei propri passi. Il silenzio fu surreale quando le persone iniziarono a comprendere che non si trattava di neve.
La tazza che cingevo fra le mani mi cadde per terra andando in frantumi: dal cielo piovevano parole.

Gabriele Valenza – Parole di pioggia


Gli autori:
Federica Leonardi. è nata nel mese dei morti, si approccia giovanissima alla letteratura crepuscolare, passando lunghi pomeriggi in compagnia di E. A. Poe. Da allora continua a leggere e scrivere di follie, corpi brulicanti e indecenti mutazioni.
Ha scritto alcuni racconti pulp, tra i quali il lungo Re di cuori (Delos Digital).
Nel 2015 ha esordito con il romanzo weird Il signor W. per la casa editrice LaPiccolaVolante.
Nel Novembre 2016 il suo racconto Dietro il frigorifero viene inserito nell’antologia Altrisogni Vol. 3 (dbooks.it) Nel Dicembre dello stesso anno, il racconto Sangue bianco viene pubblicato nell’antologia Strane Visioni, edizioni Hypnos.

Alessandro Schillaci. nasce nel 1973 a Casale Monferrato. Laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Torino, lavora come Software Engineer nel capoluogo piemontese.
Da sempre appassionato di narrativa e di fantascienza, è attratto da tutto ciò che riguarda tecnologia e antiche civiltà. Nel tempo libero si dedica, oltre che alla scrittura, alla progettazione e creazione di videogiochi in ambito mobile e desktop.
Nel 2016 è finalista a Lucca Comics 2016 per il premio “Start and Up” con il progetto Steampunk Adventure (videogioco Android e PC Desktop). Nel 2014 pubblica un videogioco sperimentale di narrativa interattiva, Little Falls sulle piattaforme Android e Pc. Nel 1995 vince il premio “Aleramicus” come miglior romanzo di Fantascienza (1995, Acqui Terme) e nel 1997 ottiene il terzo posto al premio di narrativa “Monferrato di racconto…” (1997).
Per due volte è finalista al premio di poesia “Ravasenga” (1996-1997 undicesimo e decimo posto, Casale Monferrato).

Gabriele Valenza.  è nato a Palermo nel 1984. Si è iscritto al corso triennale della scuola del fumetto di Palermo, ottenendo il diploma di fumetto nel 2011. Nello stesso anno ha collaborato con la rivista di cultura, scienza, arte e fotografia Alta Nox, per la quale ha scritto e disegnato alcune storie. Nel 2012 ha disegnato Female Force, William Moultoun Martson – The creator of Wonder Woman, per la “Bluewater Comics”. Nel 2015 scrive il suo primo libro: Gli osservatori, pubblicato su Amazon. Nel febbraio del 2016 pubblica il suo secondo libro: L’isola bianca: 33°22’04.0”N, 112°16’10.0”W.




Tre stili di scrittura diversi, ma tutti criptici e intriganti!
Voi cosa ne pensate?


mercoledì 22 marzo 2017

Leggi Universali: Estratti da "Dreamology" di Lucy Keating

Carissimi astronauti,
torno a parlarvi di uno dei libri che ho letto ultimamente e che ha fatto breccia nel mio cuore.
Dopo averlo recensito (QUI) e averlo citato anche durante la rubrica settimanale di "5 Cose Che..." (5 Personaggi di cui vorrei leggere uno spin-off, QUI), mi mancava solo d'inserire "Dreamology" in questa rubrica!

Rubrica dedicata agli estratti
Letture significative che vanno oltre la letteratura d'evasione

Non mi aspettavo che questo romance a sfondo fantastico contenesse anche delle interessanti nozioni sul funzionamento del cervello e la psicanalisi; quando i dettagli "tecnici" del nostro corpo umano hanno dei risvolti emotivi non si può che parlare di Leggi Universali, no? ;)




Il primo estratto che vi propongo riguarda l'effetto che l'amore provoca sul cervello: l'ho trovato affascinante e tenero, perché l'esperto di questo muscolo è il padre della protagonista, e questo è il suo tentativo di consolarla.





«Quando sei innamorato, nel tuo cervello c'è un afflusso di dopamina. Lo stesso effetto che si produce nelle persone quando assumono droga. In sostanza soffri di una dipendenza. Ma quando ti portano via l'amore, cioè la persona che ti crea dipendenza, tu elabori l'accaduto nella stessa parte del cervello che ti dice che ti sei bruciato o rotto un osso o graffiato la pelle. Perciò quello che sto cercando di dirti, pulce, è che non devi preoccuparti. "Mal di cuore" non è solo un'espressione in uso. Ha una base
scientifica. Quindi non devi star male perché ti manca. E' assolutamente normale.
Ma tutte le ossa rotte o le scottature o i problemi di cuore... alla fine guariscono».






L'estratto successivo che ho selezionato riguarda invece il tema dell'attaccamento. Il dibattito si svolge durante una lezione scolastica: il professore fa una domanda, e la protagonista Alice risponde condividendo un'interessante teoria, ed evidenziando, così, anche le sue ferite emotive.
In questo estratto si può notare anche l'ironia di cui è dotata la protagonista.





«[...] Bowlby riteneva che le primissime esperienze vissute durante l'infanzia avessero un'influenza determinante sul nostro sviluppo e sul nostro comportamento nel corso della vita. Okay? E che i nostri diversi stili di attaccamento vengono stabiliti dalla relazione tra il bambino e la persona che si prende cura di lui, o, per dirla in termini più semplici, dalla relazione con i nostri genitori. Vi torna?»
Annuisco e per un attimo mi domando cosa succede se la relazione bambino-persona che si prende cura di lui a malapena esiste. Se tua mamma si è trasferita dall'altro capo del mondo e tu trascorri quasi tutti i tuoi pomeriggi a vestire il tuo bulldog in sovrappeso con un tutù fingendo di intervistarlo per Oprah.
«Qualcuno di voi sa dirmi perché formiamo questi legami precoci fin dall'inizio? A quale scopo ci servono?», chiede Levy. Alla sua domanda segue il silenzio.
«Per sopravvivere», rispondo senza alzare la mano.
Max si muove sulla sedia, ma senza voltarsi. Levy sembra piacevolmente colpito. «Esatto, Alice», dice. «Hai voglia di approfondire l'argomento?»
«Okay», dico sentendomi all'improvviso un po' a disagio. «Voglio dire, è piuttosto ovvio, giusto? Quando nasciamo siamo degli esserini minuscoli, incapaci di fare alcunché da soli.
Così abbiamo bisogno di qualcuno che faccia tutto al posto nostro. L'attaccamento a  un'altra persona ci rassicura sul fatto che saremo sempre intimamente legati a
qualcuno che è in grado di farlo. Che veglierà sulla nostra sopravvivenza»




Continuiamo ad analizzare i comportamenti umani con quest'altro breve estratto sulle nostre reazioni spontanee davanti a determinate situazioni.





Nei momenti di massimo stress o in occasioni di traumi, gli esseri umani di ogni età ricorrono alla posizione fetale, perché è un modo istintivo di proteggere tutti gli organi vitali e perché ci ricorda il luogo più sicuro da cui tutti
noi proveniamo: il grembo materno.






Per finire, vi consiglio di leggere questo passo SOLO se avete già letto il libro: si trova tra le ultime pagine e riguarda la consapevolezza di Alice, la sua maturità; il momento in cui comprende che non deve più attaccarsi ai sogni.
Riprendo l'estratto a partire dalle ultime righe dell'e-mail di sua madre.





"[...] Continua a impegnarti a fondo a scuola, ti tornerà utile. Ma più di ogni altra cosa, non avere paura di inseguire i tuoi sogni, Alice. D'altro canto, sono tutto ciò che abbiamo. Cosa saremmo senza i nostri sogni?
Con affetto
Mamma"
Resto a fissare le ultime due frasi, lasciando ricadere sul fianco la mano che impugna il cellulare. I sogni sono tutto ciò che abbiamo? Mi acciglio. No, mamma, non sono tutto ciò che abbiamo. Abbiamo ben più di questo. Abbiamo gli amici e le persone che contano per noi,
persone reali, e, di conseguenza, ciò che facciamo ha importanza per loro. Contano su di noi.
Ameno è così per me.






Non so se l'ultimo estratto rende altrettanto bene, preso da solo! Vi consiglio di leggere il libro per capire la profondità di questo discorso.

Cosa ne pensate di questi estratti?
Qual'è il vostro passo preferito?
Pensate anche voi che tra questi concetti siano racchiuse delle Leggi Universali? ;)
Fatemi sapere nei commenti!




martedì 21 marzo 2017

Segnalazione: "La mia meravigliosa eccezione" di Francesca Santangelo (Self-Publishing)

Cari astronauti,
oggi ho una nuova segnalazione per voi!


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Si tratta di un contemporary romance dai toni drammatici.




Titolo: La mia meraviglisoa eccezione
Autrice: Francesca Santangelo
Editore: Self-Publishing
Genere: Contemporary Romance
Data di uscita: 16 dicembre 2016
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 446
ISBN: 978-1539952084
Prezzo: € 12,06 cartaceo / € 1,99 ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Allison ha un passato che fatica a lasciarsi alle spalle. Vive costantemente nell’ansia di incontrare le persone che negli anni le hanno fatto del male, sebbene queste siano ormai lontane da lei. Tuttavia, nonostante la paura e la prudenza, decide di iniziare a dare una svolta alla sua vita. Proprio quando sta iniziando a fare dei passi avanti, qualcuno sconvolge le sue fondamenta, tutte le convinzioni che credeva di avere. Braden sa riconoscere un cuore tormentato dai fantasmi del passato, ed è proprio quello che ha visto in Allison il giorno in cui l’ha incontrata per la prima volta. Anche lui ha qualcuno che lo ha ferito quando avrebbe dovuto proteggerlo da tutto e da tutti, qualcuno che ha preferito la strada accidentata dell’illegalità alla famiglia felice. Tra loro sarà una corsa contro i sentimenti, contro la paura da sconfiggere e un futuro da vivere; un’eccezione che riempie il cuore di amore, fin quando tutte le loro certezze crollano come castelli di carta.
Adesso il presente è diventato il loro passato.
L’eccezione qualcosa di cui avere paura…




Allison studia Letteratura Inglese all’Università di Los Angeles, ma dopo un anno di college è costretta a tornare a casa, a Phoenix, e rinunciare ai suoi studi. Tre anni dopo, Allison lavora nel bar dei suoi genitori, dove può approfittare della sicurezza che quel posto le offre. Ha questo passato alle spalle che l’ha segnata nel profondo del corpo, del cuore e soprattutto dell’anima. Dopo due anni sta ancora cercando di far fronte ai problemi che ne sono derivati in seguito. Allison è forte abbastanza da superare e guarire il corpo e la mente, ma ciò che ha bisogno più di qualche seduta dallo psicologo e un’ora passata al poligono è il suo cuore. Questa parte di lei fa ancora fatica a ritornare ad essere almeno un po' come era prima. Non si fida più degli uomini e ha paura che tutti quelli che incontra possano volere qualcosa che ha a che fare con il suo burrascoso passato. Purtroppo o per fortuna, però, le sue regole in fatto di uomini si infrangono quando incontra Braden, che cercherà di superare e abbattere le sue barriere. Sarà un’impresa per entrambi. Per Allison perché dovrà imparare di nuovo ad avere fiducia nel prossimo; e per Braden perché nonostante l’affetto che prova per lei avrà a che fare con i fantasmi di Allison, non facili da scacciare. Ma anche Braden nasconde qualcosa. Qualcosa che non ha veramente a che fare con lui, ma che lo ha perseguitato per un po' di tempo, fin quando non ha deciso di porvi rimedio. Purtroppo, però, il passato di Braden e quello di Allison finisce per incrociarsi e quando succede l’esito non è scontato. Riuscirà Braden a convincerla che lui è diverso da chi in precedenza le ha fatto del male? E riuscirà Allison a superare le sue paure e a lasciarsi andare a qualcosa, e soprattutto a qualcuno, che la rende felice?




Le grafiche sono a cura di LG Book Covers, già ospitata in questo blog; trovate il post che la riguarda QUI.


L'autrice:
Francesca Santangelo nasce a Sciacca, in Sicilia, nel 1992. Ha sempre amato leggere, ma solo dopo il diploma prende in considerazione l'idea di iniziare a scrivere. 
Nel Maggio 2016 pubblica il suo primo romanzo, “60 Giorni per dire sì”, mentre a Dicembre dello stesso anno pubblica “La mia meravigliosa eccezione”. 
Ed è così che nasce l’idea di pubblicare i suoi scritti. Vuole mettersi alla prova e mostrare al mondo ciò che prima era ristretto ad una piccola cerchia di amici.




Cosa ne pensate di questo libro?
Lo avete già letto?
In ogni caso, fatemi sapere la vostra opinione nei commenti! 




La mia serie urban fantasy


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate