I miei libri


martedì 27 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour - Recensione "Il Serpente di Fuoco" di Sara Bosi e Massimiliano Prandini + Giveaway!

Carissimi astronauti,
come ormai saprete, in questo periodo si sta svolgendo questa iniziativa:




Organizzata da Giusy di Divoratori di Libri il Blog Tour si concentra sulle storie Made in Italy, e prevede che per ogni libro trattato segua il giveaway di una copia del libro in questione.
Il Blog Tour ha coinvolto 31 blogger e 27 autori tra self e pubblicati da case editrici, per un totale di ben 31 libri protagonisti, tra presentazioni, recensioni, per finire con degli approfondimenti e una cover war; una splendida iniziativa a cui non ho potuto fare a meno di aderire, sia come blogger sia come autrice!
Per maggiori info, vi rimando al post introduttivo qui.

Come autrice sono coinvolta con la mia serie "Eleinda", per cui ho messo a disposizione un giveaway di entrambi i libri finora pubblicati in cartaceo.
Al momento state pubblicate ben quattro tappe:


Per quanto riguarda invece il mio ruolo di blogger ho deciso di occuparmi di ben tre libri.
QUI potete leggere la mia recensione a "Storia di Anime Gemelle" di Tabata Baietti (con annesso modulo per giveaway ;)), ma oggi mi dedico al libro che ho letto prima di tutti per questo Blog Tour!




Titolo: Il Serpente di Fuoco
Autori: Sara Bosi e Massimiliano Prandini
Editore: Delos Digital
Collana: Odissea Digital
Genere: Fantasy
Data di pubblicazione: 24 maggio 2016
Formato: ebook
ASIN: B01FUFNVYG
Pagine: 218
Prezzo: 3,99 €
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Per mille anni il Popolo del Sole ha vissuto isolato nel deserto rifiutando la violenza del mondo, ma ora la sorgente che ha garantito loro pace e prosperità minaccia di disseccarsi.

Solo un antico rito può salvare Città del Sole. Sono necessari un sacrificio e un assassino: il sangue del primo farà sgorgare l'acqua e la punizione del secondo terrà in vita la sorgente per i prossimi mille anni. Ma per resistere ai tormenti che lo attendono, l'assassino deve essere vestito con la pelle del Serpente di Fuoco, un animale mitico che nessuno a memoria d'uomo ha mai visto. Amber ha quindici anni e non è mai uscita dal palazzo cisterna che fornisce acqua alla città, il suo compito è curare il Giardino dell'Ombra, un orto officinale attraverso cui il Re, suo padre, cura le malattie del popolo. Dammar è un esploratore, passa la maggior parte del tempo a verificare i confini del deserto per sincerarsi che nulla disturbi l'isolamento del Popolo del Sole e coltiva in segreto un'amicizia che va contro le leggi della sua gente. Amber e Dammar non si conoscono, ma il disseccarsi della sorgente li condanna a essere sacrificio e assassino, un destino a cui pare impossibile sfuggire. Ma se nessuno ha mai visto il Serpente di Fuoco, sarà davvero necessario completare il rito per salvare Città del Sole?


Gli autori:
Sara Bosi e Massimiliano Prandini fanno parte del laboratorio di scrittura Xomegap, con cui hanno pubblicato alcune raccolte di racconti e la trilogia fantasy di Finisterra composta da "Le sorgenti del Dumrak", "Il risveglio degli Obliati" (vincitore del Premio Cittadella 2014) e "L'ultimo eroe" (vincitore del Trofeo Cittadella e finalista al Premio Italia 2015). Il "Serpente di Fuoco" è la prima delle "Cronache di Murgo il Ramingo", una serie di romanzi autoconclusivi il cui filo conduttore è il diario in cui Murgo descrive i suoi viaggi e i popoli che vi ha incontrato.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Mi è bastato leggere la trama per incuriosirmi e scegliere questo libro, ma non avrei mai pensato di trovarmi davanti a un piccolo capolavoro, e mi esprimo col termine "piccolo" solo perché si tratta di un ebook che conta appena 218 pagine.
Ciò che rende questo libro unico è che potrebbe sembrare un fantasy che segue i soliti canoni (una profezia, una principessa in pericolo, un regno da salvare, e l'eroe di umili origini che si ritrova malauguratamente coinvolto in una situazione più grande di lui) ma a lettura ultimata resterete increduli, sbalorditi; rimarrete davvero a bocca aperta!

E' una trama che comincia dalla fine, con Amber che nel primo capitolo riconosce che il suo sequestratore - Dammar - indossa la pelle del serpente di fuoco, dunque, in quanto Vul Dulak, è pronto a ucciderla: dal sangue nobile della principessa sgorgherà infatti la nuova sorgente della Città del Sole, solo che dovrà essere lei stessa a indicare il punto del sacrificio, che è al tempo stesso la base dove sarà edificata la nuova città. La forte nota drammatica che accompagna tutto il romanzo è la consapevolezza di morire e sacrificarsi, una consapevolezza che riguarda sia Amber, sia Dammar, perché il Vul Dulak indossa entrambe le figure di carnefice e vittima, dato che secondo la profezia egli dovrà sostenere la città per mille anni col suo stesso corpo; sembra più una punizione che un sacrificio, ma vedrete che alla fine si svelerà una sottile motivazione dietro tutto questo.

Lo stile del libro ha una forma ordinata, basata su uno schema preciso: i capitoli che seguono la numerazione riguardano il presente di Dammar e Amber insieme, dopodiché seguono un capitolo sul protagonista Dammar nel passato, e un capitolo sulla protagonista Amber, sempre nel passato; questo schema fa sì che la curiosità e l'attenzione del lettore siano sempre attente, poiché si aspetta con ansia il momento in cui le storie di Dammar e Amber s'intrecciano indissolubilmente. Prima del ripetersi di questo schema, poi, c'è sempre un intermezzo a cura di Murgo il Rammingo che approfondisce usi, costumi e tradizioni evidenziati nei capitoli precedenti: è un incastro perfetto, una tecnica utile a mostrare una visione completa sull'ambientazione e sul contesto in cui si muovono le vicende, così che tra i racconti in terza persona dei protagonisti e la voce scritta (e distaccata) di Murgo, il lettore ha tutte le conoscenze a portata di mano, e di conseguenza, anche il coinvolgimento.

La descrizone della Città del Sole è talmente precisa che mi è sembrato di vederla: tra originali paragoni che rendono perfettamente l'idea sia per la forma sia per il colore ("il Palazzo del Sole avva la forma di una gigantesca ciambella di quinoa al miele") e la guida passo-passo alla scoperta delle aree più interne e misteriose come l'orto officinale del Giardino dell'Ombra, mi è sembrato addirittura d'averlo attraversato anch'io, cosa che mi capita di rado durante la lettura di un libro.

Il libro offre anche un interessante quadro politico dove oltre ai segreti di corte si evidenzia la responsabilità di un re che non è più in grado di prendere decisioni (un po' per l'età avanzata, un po' perché non ha il coraggio di sacrificare la figlia) e la conseguente perdita di fiducia da parte del popolo che a stento contiene la sua ribellione, soprattutto quando riconosce che le leggi a cui deve sottostare non sono rispettate dai nobili stessi. La causa scatenante è proprio la mancanza d'acqua: nel Palazzo, l'acqua, seppur poca, scorre ancora, e sono i reali a decidere quando e quanto di questa misera fonte debba spettare al popolo. Il regno della Città del Sole si basa sulla non-violenza, ma l'equilibrio si fa precario quando non si soddisfa uno dei bisogni primari dell'essere umano (la sete), senza contare la grande contraddizione di una città fondata sul sacrificio e sul sangue.



Davvero quel muro di pietra era sufficiente per nascondere ciò che stava succedendo in città? O forse erano gli abitanti del palazzo ad aver
costruito un muro intorno alla loro anima affinché i problemi del popolo non arrivassero a turbare le loro vite tranquille e ombrose?




Per approfondire l'argomento ci pensa il libro, dunque non mi dilungo oltre, ma vorrei almeno fare una citazione a un altro paio di cose: l'interessante confronto tra la Città del Sole e il popolo di nomadi che vive nel deserto, i Koikoi, oltre all'originale e affascinante rito della Scottatura obbligatorio per ogni bambino che vive nella Città del Sole.
Se mi fermo sull'analisi direi che l'unica cosa che non è del tutto chiara è lo spazio temporale in cui si colloca la storia: sono tentata al pensiero di un futuro post-apocalittico, ma questa è solo una mia elucubrazione.

Il punto forte di questo libro sono comunque i protagonisti Amber e Dammar: lei, una principessa costretta a nascondersi sotto un cappuccio sembra una sottomessa, specie se si considera il trattamento che le riserva il sacerdote e il fatto che sia una vittima sacrificale; è impossibile non schierarsi dalla sua parte quando la si vede tentare un'alternativa per salvare la sua gente. Dall'altra parte c'è lui, Dammar, marito fedele nonché padre molto legato al figlio; un esploratore appassionato d'avventura che si muove in modo fin troppo indipendente, un po' contro le regole del regno. Ed è impossibile resistere a questo eroe.
In effetti, entrambi i protagonisti hanno un animo ribelle, ma contrariamente alle apparenze è solo Amber a dimostrarlo, anche con eventi eclatanti, mentre Dammar lo tiene per sé assieme a tutte le sue considerazioni sulle varie realtà che ha conosciuto grazie ai suoi viaggi.

In conclusione, un libro che mi sento di consigliare a tutti coloro che cercano un fantasy dalla parvenza classica ma fuori dagli schemi.
Dire che è originale è riduttivo: questo libro è geniale.


Il voto di Universi Incantati:





Prima di comprarlo, puoi provare a vincere una copia con il Giveaway proposto da
Leggere Italiano Blog Tour!







Cosa ne pensate della mia recensione? Vi ho incuriosito?
Come l'autrice che ho recensito in precedenza per questo Blog Tour, ho deciso che terrò d'occhio anche questi due talentuosi autori!

Vi consiglio di fare lo stesso e di cominciare fin da ora, perché se volete vincere una copia di questo libro dovete commentare anche la tappa curata da Monica Brizzi de Il Mondo di M. (Presentazione + intervista) (ora la vado a leggere anch'io, son curiosa)!


Vi ricordo la prossima, ultima tappa del Blog Tour qui su Universi Incantati:
  • "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo - Recensione il 30 settembre

Qui di seguito, invece, l'elenco dei blog partecipanti:

Universi Incantati


V'invito pertanto a seguire l'evento su Facebook per non perdervi alcuna tappa.
Buon Blog Tour a tutti! :D

Le altre tappe di oggi sono (clicca sui nomi dei blog per raggiungerle):


Buona caccia ai libri italiani! ;)


domenica 25 settembre 2016

Segnalazione dark romance: "Stolen - Dark Necessities series vol. 1) di JD Hurt (Self-Publishing)

Cari astronauti,
torno a scrivervi di domenica: buona domenica a tutti! :D
Per la fine del mese sono previste diverse segnalazioni, dunque, per non amucchiarle, provvedo subito a una delle prime che mi è arrivata via e-mail.


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Si tratta di un dark romance, primo capitolo dell'omonima duologia che farà parte della Dark Necessities Series.




Titolo: Stolen (Dark Necessities series vol. 1)
Autore: JD Hurt
Editore: Self-Publishing
Genere: Dark Romance
Data di uscita: 9 settembre 2016
Pagine: 276
Formato: ebook
ISBN: B01LWD2RRQ
Prezzo: 1,99 €
Link per l'acquisto: amazon



Sinossi:
E' stato la mia salvezza, il conforto la gioia nel dolore più atroce. Ora è divenuto l'incubo, il buio. Il mostro che cova nell'ombra.
E' stata l'amore dell'infanzia, la bimba che consolavo dalle angherie della mia matrigna. Ora è tutto ciò che odio. Ora voglio solo vederla distrutta.
Andrew e Shiloh. Quando l'amore si trasforma in odio.


L'autore:
JD Hurt è lo pseudonimo di Elena, autrice self che ha già pubblicato (sempre su Amazon) la Mafia Men Series (anch'essa di genere dark romance).




Cosa ne pensate, carissimi?
Conoscete già l'autrice dalla sua precedente serie o pensate di avvicinarvi ora con questa duologia?
Intanto, vi lascio il link per l'acquisto dell'ebook!




venerdì 23 settembre 2016

5 Cose Che... #23: 5 Luoghi (letterari) che vorrei assolutamente vedere almeno una volta nella vita

Carissimi astronauti,
come vi avevo accennato venerdì scorso, sono già stati decisi nel gruppo Facebook "Blogger: 5 Cose Che " i prossimi argomenti di questo mese.
Prima di cominciare ricordo, per chi non lo sapesse, che l'iniziativa creata dal blog Twins Book Lovers è aperta a tutti e ci si può sempre iscrivere; v'invito a leggere il post di presentazione qui!




5 Luoghi Letterari
che vorrei assolutamente vedere almeno una volta nella vita


1) Giappone, da "Memorie di una Geisha"



Questo paese lo voglio visitare assolutamente, con la "A" maiuscola. Ho selezionato "Memorie di una Geisha" ma avrei potuto pensare anche a "1Q84" di Murakami, a "Tokyo Night" dell'autrice emergente Chiara Gallese, o alla valanga di manga (che per me sono sempre opere letterarie ;)), ma questo libro in particolare che tratta anche antiche tradizioni accresce la mia voglia di visitare la parte antica, misteriosa e mistica del Sol Levante. Certo, sono mooooolto interessata anche a Tokyo e al quartiere di Shibuya, ma in questo esatto momento pagherei oro per una passeggiata nei giardini zen (magari sotto ai ciliegi in fiore come in questa foto tratta dal film), visitare un tempio, oppure ancora, assistere alla cerimonia del tè. Insomma, il Giappone è il luogo dei miei sogni! Il suo richiamo è molto forte, e spero che un giorno potrò soddisfare questa esigenza.


2) "Il cammino di Santiago", dall'omonimo racconto di Paolo Coelho



Ve lo confesso: sto barando! Non ho letto il libro di Coelho né visto il film ("Il cammino per Santiago") di Emilio Estevez, tuttavia mi piacerebbe sul serio fare questa esperienza; ne ho parlato di recente anche con mio marito. Vorrei vedere i diversi luoghi e non solo: mettermi alla prova fisicamente, raggiungere il limite delle forze e non dipendere più da tutto ciò che circonda la nostra società attuale, mi aiuterebbe a riprendere contatto con me stessa. Non che l'abbia perso completamente, ma sarei curiosa di vedere cosa verebbe fuori dopo un simile percorso. Mi piacerebbe farlo anche per dimenticare per un po' questa vita frenetica e tornare in contatto con la Natura e la nostra primordiale essenza.


3) Scozia, da "Outlander - La straniera"



Ammetto di dover ancora leggere i libri, ma seguendo la serie tv mi sono innamorata dei paesaggi, delle atmosfere, dei miti e delle tradizioni scozzesi. Quando nella seconda serie l'ambienazione si è trasferita in Francia non mi ha dato le stesse intense emozioni, e anzi, provavo la loro medesima nostalgia per la Scozia! Appena vi hanno fatto ritorno mi sono sentita a casa anch'io. E dire che generalmente non amo i luoghi freddi, ma una visita mi piacerebbe farla lo stesso, senza dimenticare il Loch Ness, ovviamente (che appare nella mia serie "Eleinda", tra l'altro ;))


4) Pièria, da "La Storia di Orfeo ed Euridice"



Così vicina, eppure così lontana! Non sono mai andata in Grecia, e la parte che più mi attira di questo Paese è proprio quella (ancora una volta) antica e mitologica. Ho letto di recente "La storia di Orfeo ed Euridice" ambientata a Pièria, che come scrive Wikipedia "è una antica regione della Macedonia meridionale" e che "secondo la mitologia greca, nella Pieria erano state generate o vivevano le Muse", poi ho fatto ora un giretto su Google Earth e mi sono trovata davanti a questo panorama: come si fa a resistere? Tra bellezze naturali e templi potrei perdere la testa. Vado matta per queste cose!


5) Los Angeles, da "Shadowhunters - The Dark Artificies I: La signora della Mezzanotte"



Ho scelto questo volume perché è l'unico dell'intera saga che ho letto finora, ma mi è bastato per farmi venir voglia di andare in vacanza a Los Angeles! In particolar modo sono le scene sulla spiaggia, e io amo il mare, il sole, la sabbia... poi però farei in più un tour a Hollywood, Echo Park, Chinatown, e anche se noi abbiamo l'originale, a Venice! Pensare che gli Stati Uniti non mi avevano mai attirato più di tanto, a parte New York...!




Ho scelto più che altro paesaggi naturalistici, luoghi spirituali, antichi (a parte Los Angeles!) e mitologici; cosa ne pensate?
Okay, ora sono pronta per leggere i post degli altri blog partecipanti; nel frattempo spero di ritrovarvi tra i commenti!

Il tema per il prossimo appuntamento è:

Venerdì 30/09 - 5 libri fantastici preferiti (fantasy, paranormal romance, horror, sci-fi)

A presto!



giovedì 22 settembre 2016

Novità Newton Compton in uscita oggi!

Cari astronauti,
oggi escono sei nuovi libri editi da Newton Compton; andiamo con le segnalazioni!


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Come sempre ce n'è per tutti i gusti, dai romance ai thriller fino ai saggi, che siano storici o che trattino di gatti!
Scopriamoli insieme.




Titolo: Odiami come io ti amo (The Fall Away Series Vol. 5)
Autrice: Penelope Douglas
Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma
Genere: Rosa
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 288
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854193918
Prezzo: 9,90 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Il libro più desiderato dell’anno
Dall’autrice del bestseller Mai per amore
Ai primi posti tra i libri più venduti in America
La conclusione perfetta per una serie indimenticabile

Sinossi:
Tatum Brandt ha smesso da un pezzo di essere la ragazzina che fuggiva in lacrime a causa di Jared Trent. Adesso domina la pista, la velocità la fa vibrare e la folla urla il suo nome: è diventata la regina delle corse. Stare al centro dell’attenzione non è un obiettivo, eppure non riesce a fare a meno di suscitare l’interesse di chi gravita nella sua orbita. Nonostante ciò, però, sembra che i suoi amici non facciano altro che parlarle di Jared. Hai visto Jared in tv? Cosa ne pensi della sua ultima gara, Tate? Quando tornerà in città? Ma Tate si rifiuta di pensarci. Sta sopravvivendo, anche se non ci avrebbe scommesso. Quando Jared tornerà a casa, si accorgerà che la Tatum che conosceva non esiste più, che a Shelburne Falls i giochi sono cambiati ed è proprio lei a dettare le regole. A quel punto, Jared rinuncerà a lei per sempre o raccoglierà la sfida, cercando di riconquistare il cuore della ragazza che ama da tutta una vita?

«Ho letto tutta la serie in due settimane e mi è piaciuta da impazzire.»

«Non pensavo di potermi aspettare di più da The Fall Away Series, e invece questo romanzo mi ha del tutto conquistato.»

«Io ADORO Jared e Tate. Ecco perché ci ho messo tanto a leggere questo romanzo. Non volevo lasciarli andare. Ma ne è valsa la pena: degna conclusione di una serie stupenda.»


L'autrice:
Vive e insegna a Las Vegas. Nata a Dubuque, Iowa, ha conseguito una laurea in Amministrazione pubblica, poi un Master in Scienza dell’educazione alla Loyola University di New Orleans. La Newton Compton ha già pubblicato Mai per amore, Da quando ci sei tu, La mia meravigliosa rivincita, Non riesco a dimenticarti e Odiami come io ti amo.




Titolo: Gli insospettabili delitti della casa in fondo alla strada
Autrice: Alex Marwood
Editore: Newton Compton
Collana: Nuova Narrativa Newton
Genere: Thriller
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 336
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854193963
Prezzo: 9,90 € cartaceo / 2,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Conosci davvero i tuoi vicini?

Sinossi:
Tutti gli abitanti di Beulah Grove numero 23 hanno un segreto. Se non fosse così, non avrebbero affittato in contanti e senza contratto delle lerce stanze in un vecchio edificio malmesso. Quello è il tipo di posto in cui si può finire quando non si hanno alternative. I sei inquilini dello stabile fanno vite solitarie e non si può certo dire che curino i rapporti di buon vicinato, ma in un’afosa notte d’estate, un terribile incidente li costringe a stringere una strana alleanza. Quello che non sanno è che uno di loro è un assassino. Ha già scelto la prossima vittima, e farà di tutto per proteggere il suo segreto.

«Un libro davvero inquietante con grandi personaggi.»
Stephen King

«Un thriller psicologico macabro e angosciante, che a suo modo è anche una storia d’amore e amicizia.»
The New York Times

«Un racconto potente con un cast di personaggi memorabili e una tensione fortissima. Alex Marwood dimostra di saperci fare.»
Kirkus Reviews

«La Marwood sta emergendo come un vero maestro della suspense britannica contemporanea.»
Booklist


L'autrice:
È lo pseudonimo di una giornalista inglese. Il suo libro di esordio, The Wicked Girls, ha vinto il premio Edgar come il miglior romanzo. Gli insospettabili delitti della casa in fondo alla strada, suo secondo lavoro, ha vinto il premio Macavity come Miglior Romanzo Mystery, ed è stato selezionato per i premi Anthony e Barry come miglior Paperback Originale. James Franco e Ahna O’Reilly hanno acquisito i diritti per realizzarne un film. Marwood vive a sud di Londra e sta lavorando al suo prossimo romanzo




Titolo: L'allieva segreta del pittore
Autrice: Charlotte Betts
Editore: Newton Compton
Collana: Nuova Narrativa Newton
Genere: Rosa, storico
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 384
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854193956
Prezzo: cartaceo 9,90 € / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Miglior libro del mese per le lettrici inglesi
Un grande romanzo
Una storia magica ed emozionante ambientata nella Londra del XVII secolo
La sua arte è un mistero. Nei suoi quadri nulla è come sembra. Avvicinatevi e scoprite il suo segreto


Sinossi:
Londra, 1688. Beth Ambrose ha sempre condotto una vita tranquilla e protetta a Merryfields, la casa di famiglia alla periferia della capitale inglese. Un luogo dove i suoi genitori offrono rifugio alle anime malinconiche. Tra queste, vi è Johannes, pittore inquieto dal passato difficile, che si accorge del talento di Beth e fa di lei la sua apprendista. Quando in città le tensioni politiche iniziano a farsi sentire, nel cuore della notte bussa alla porta di casa Ambrose Noah Leyton, con una proposta che sconvolgerà l’intero mondo di Beth. Nel frattempo a Merryfields trova rifugio un nuovo ospite misterioso, che dà a Beth l’opportunità di realizzare le proprie ambizioni artistiche. Ma ben presto la ragazza si renderà conto che c’è un prezzo molto alto da pagare per realizzare i propri sogni… Mentre la Gloriosa Rivoluzione getta il Paese nel caos, riuscirà Beth a trovare il coraggio di seguire il proprio cuore e difendere tutto quello che ha di più caro?

«C’è romanticismo e mistero, arte e architettura… La ricostruzione di Londra dopo il grande incendio e gli eventi che circondano il breve regno di Giacomo II danno vita a questo vibrante racconto.»
Historical Novels Review

«Il mio libro preferito finora! I personaggi sono eccentrici e accattivanti, l’atmosfera e i profumi del tempo prendono vita sulla pagina. È un libro che mi ha reso felice ed è una meravigliosa sorpresa.»


L'autore
Si è occupata di moda, arredamento e gestione immobiliare. Ha scoperto la passione per la scrittura dopo che i suoi cinque figli sono cresciuti. La Newton Compton ha pubblicato Il giardino delle spezie segrete, suo romanzo d’esordio, che ha vinto diversi premi ed è stato finalista al Choc Lit’s Best Historical Read, e L'allieva segreta del pittore.




Titolo: I Signori di Milano. Dai Visconti agli Sforza. Storia e segreti 
Autore: Guido López
Editore: Newton Compton
Collana: I volti della storia
Genere: Tradizioni italiane
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 208 + 16 t.f.t a colori
Formato: cartaceo
ISBN: 9788854193314
Prezzo: 9,90 € cartaceo
Link per l'acquisto: amazon

Storie segrete dei protagonisti che fecero grande Milano prima della sua resa alle potenze europee
Una città a cui dare del lei

Sinossi:
Le radici di Milano affondano in una storia nella quale si affollano cavalieri, prelati, donne, mercanti, papi e imperatori. E accanto a loro le fortune e sfortune dei Visconti e degli Sforza. È una sintesi storica movimentata tutta da raccontare, per ricercare il filo rosso che la riconduce ai nostri giorni, alle imprese di cui la città è ricca, forte di una eccezionale tradizione. A introdurci in questo viaggio è un vescovo guerriero, Ottone, che della contesa tra Impero, papato e dinastie approfitterà per sbaragliare i nemici Torriani e impadronirsi di Milano. È l’inizio di una vicenda ultrasecolare caratterizzata da quella pervicace volontà di affermazione politica ed economica che diverrà una caratteristica distintiva dell’intera città. Storie e Storia, dunque, sotto il segno di quello che nella tradizione popolare è un biscione ma nell’araldica viscontea una vipera. Ad accorgersene per primo fu Dante Alighieri, e Ottone, Galeazzo, Bernabò, Gian Galeazzo, Filippo Maria non lo smentirono con le proprie azioni. Né gli Sforza furono da meno: Francesco, Bianca Maria, Galeazzo e Ludovico il Moro sono altri protagonisti che si impara a conoscere in queste pagine che raccontano attraverso più di un secolo di battaglie, commerci e splendori, le vicende dei casati che fecero grande Milano.

La scalata dei Visconti e le “caserotte” dei Torriani
Da Bernabò a Gian Galeazzo: Milano diventa ducale
Pietro di Bartolo il re della seta
Francesco e Bianca Maria, una coppia esemplare
Una “Cà Granda” di 500 anni...




Titolo: Delitti e luoghi di Roma criminale
Autore: Mario Caprara
Editore: Newton Compton
Collana: Tradizioni italiane
Genere: Memorie
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 528
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854197176
Prezzo: 12,90 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

La mappa di tutti i delitti, le organizzazioni e i nomi nella storia della cronaca nera capitolina
Alla scoperta di Roma attraverso i suoi crimini

Sinossi:
Un delitto e una scena del crimine, un boia e un vicolo, una vittima e un palazzo, un antipasto di mare e un vertice di mafia. Delitti e luoghi di Roma criminale si può leggere come una guida della città, ma le tappe della visita ricalcano il percorso delle morti violente, dall’omicidio di Giulio Cesare ai recenti fatti di cronaca che hanno sconvolto l’equilibrio sociale della Città Eterna. Al centro i casi di cronaca nera che hanno segnato la storia del crimine a Roma: Wilma Montesi, Pier Paolo Pasolini, Enrico De Pedis, Simonetta Cesaroni, Stefano Cucchi… Una macchia di sangue che si è allargata nei secoli, dalla Roma quadrata di Romolo e Remo al Grande Raccordo Anulare.

Alcuni dei delitti presenti nel libro:
• 44 a.C. GIULIO CESARE, Il potere fa paura
• 1354 COLA DI RIENZO, Il Tribuno impazzito
• 1606 CARAVAGGIO, Assassinato giocatore di pallacorda
• 1945 GIUSEPPE ALBANO, Il gobbo fatato…
• 1953 WILMA MONTESI, Il caso del reggicalze
• 1975 PIER PAOLO PASOLINI, Le metamorfosi di Pino la rana
• 1980 FRANCO GIUSEPPUCCI, Aho, ma nun me vendicate mai?
• 1990 ENRICO DE PEDIS, Non era uno stinco di santo
• 1990 SIMONETTA CESARONI, Il mistero del morso sul seno
• 1997 MARTA RUSSO, «Fottitene cognata, c’hai i ragazzini»
• 2007 GIOVANNA REGGIANI, Brutto, sporco e cattivo
• 2009 STEFANO CUCCHI, Pestaggio, non astratta congettura
• 2015 GIANCARLO NOCCHIA, Gioielliere rapinato e ucciso a Prati


L'autore:
Giornalista, lavora come cronista a Radio Capital. Con Gianluca Semprini ha scritto Destra estrema e criminale e Neri!, pubblicati da Newton Compton.




Titolo: L'insostenibile tenerezza del gatto
Autrice: Sonia Campa
Editore: Newton Compton
Collana: Fuori collana
Genere: Animali domestici
Data di uscita: 22 settembre 2016
Pagine: 320
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854198135
Prezzo: cartaceo 10,20 € / 5,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Per una relazione serena, sana e appagante con il proprio compagno di vita a quattro zampe


Sinossi:
La relazione è dialogo. E un dialogo autentico presuppone la capacità di comunicare ma anche e soprattutto quella di ascoltare l’altro. Ma cosa significa dialogare con un gatto e ascoltarlo? Quali sono gli elementi che determinano il carattere di un micio durante la crescita? Cosa definisce la maggiore o minore socievolezza nei confronti degli umani di casa e come si forma un carattere amabile? La relazione con il gatto è un’intesa privata, emozionale, semplice, ma va costruita. La relazione con l’amico più intimo e solidale che si possa pensare di avere è una dimensione personale da cui ognuno può decidere di partire per scoprire nuove cose del mondo, sapendo che l’altro è pronto ad accoglierlo al ritorno.

Fra i temi trattati nel libro:

• Gatti in un mondo di (troppi) uomini
• A scuola da mamma gatta
• La Terra vista dal gatto
• Capirti per conoscerci




Ora ditemi un po': su quali libri avete messo gli occhi?
Fatemi sapere nei commenti! ;)


  
  


mercoledì 21 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour - Recensione "Storia di Anime Gemelle" di Tabata Baietti + Giveaway!

Carissimi astronauti,
come vi avevo accennato la settimana scorsa, in questo periodo si sta svolgendo tale iniziativa:




Questo particolare Blog Tour organizzato da Giusy di Divoratori di Libri è interamente incentrato sulle storie Made in Italy, e prevede che per ogni libro trattato segua il giveaway di una copia del libro in questione.
Il Blog Tour ha coinvolto 31 blogger e 27 autori tra self e pubblicati da case editrici, per un totale di ben 31 libri che saranno protagonisti in varie tappe dalle presentazioni alle recensioni, per finire con degli approfondimenti e una cover war! Insomma, una splendida iniziativa a cui non ho potuto fare a meno di aderire, sia come blogger sia come autrice.
Per maggiori info, vi rimando al post introduttivo qui.


Dei tre libri di cui ho deciso di occuparmi, oggi mi dedico a "Storia di Anime Gemelle" di Tabata Baietti.




Titolo: Storia di Anime Gemelle
Autrice: Tabata Baietti
Editore: 0111 Edizioni (cartaceo) Self-Publishing (ebook)
Genere: Narrativa contemporanea
Data di pubblicazione: 25 marzo 2014
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-8863076943
Pagine: 122
Prezzo: 7,00 € cartaceo / 0,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
“Se esistono le anime gemelle, questa storia parla di loro. E se il destino è già stato scritto, la loro storia è andata esattamente come doveva andare.”

A volte il fato è clemente. Capita che trovi la tua anima gemella dall’altra parte della strada. Non la stavi cercando, e non volevi trovarla, ma poi eccola lì. Sola e fragile, arrampicata sul tetto di una casa nel silenzio della notte.
Altre volte, ancora più rare, capita che le due metà di una mela siano gemelli. Così vicini e così simili che sembrano una persona sola. Sono, una persona sola. E ciò che il Destino ha unito, l’uomo non osi dividere.


L'autrice:
Tabata Baietti è nata a Bologna nel 1990. Ha una laurea in Scienze Politiche, perché voleva conquistare il mondo, ma poi si è resa conto che anche in quel campo c'era crisi. Per cui adesso è disoccupata e aspirante "lettrice più veloce del mondo". Ha talmente tanta immaginazione che quasi rasenta la patologia. Scrive da quando era piccola e questo è il suo romanzo d'esordio.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Appena ho letto la trama di questo libro ho pensato trattasse una (o più) storie d'amore romantiche, magari con reincarnazione annessa, e il destino che tira le fila di queste anime per cui mi è sempre piaciuto il concetto "gemelle". Invece, l'autrice mi ha spiazzato con una storia nera, più che rosa, fatta di dolori, traumi e disperazioni, finché all'improvviso, verso il finale, si comprende la vera natura di questo breve libro: "Storia di Anime Gemelle" è una storia di rinascita.

Non un banale messaggio di speranza, il libro vuole farci precipitare nello stesso abisso in cui si trovano i protagonisti che si auto definiscono peccatori, ma anziché cercare redenzione o un seppur minimo barlume di serenità, sono autolesionisti, si lasciano sopraffare dalla depressione, dal lutto, e agiscono solo per subire le peggiori conseguenze delle loro sconsiderate azioni (alcol e droga), per la serie: "me lo merito. Merito di stare male". Abbraccia il concetto cristiano più che la filosofia orientale: è un destino già scritto, quello dei peccatori; c'è redenzione solo se uno paga pegno, ma il prezzo è quello più alto, come Gesù che si è sacrificato per salvare l'umanità. Spicca un atteggiamento arrendevole, come se l'uomo non potesse decidere la sua strada e qualsiasi cosa faccia non ha potere: è tutto già deciso. Forse è solo alla fine che l'uomo si prende gioco del destino... lo si potrebbe interpretare anche così. Ad ogni modo, il libro è un viaggio verso i sentimenti umani più profondi, torbidi e oscuri, dove uscire si può, ma non del tutto indenni.

E' un viaggio che inizia subito, spiazzante poiché parte in modo confuso, un po' per lo stile di scrittura (più poesia che prosa), un po' perché riporta dei frammenti del vissuto del protagonista intrecciandoli a pensieri e riflessioni, il tutto in bilico tra presente e passato, proprio come lo stesso protagonista in bilico tra lo stato di coscienza e quello alterato dalla droga. Ad ogni modo, alla fine s'intuisce che è successo un fatto grave, e in mezzo a tutto ciò spiccano tre nomi: Matt, Sam e Heidi.

Matt e Sam sono fratelli gemelli, entrambi in relazione con Heidi. Per certi versi mi ha ricordato il film "Vento di passioni" con l'allora giovanissimo Brad Pitt, ma nella prima parte del racconto mi sembrava di vedere la sfortunata Jenny del meraviglioso film "Forrest Gump"; del resto, Jenny e Heidi subiscono entrambe un trauma infantile, dopodiché entrambe si rifugiano nell'alcol e nelle droge sempre più pesanti.
Tuttavia, il particolare stile di scrittura ha impedito il mio coinvolgimento emotivo: mi sono sentita una semplice spettatrice e mi è mancata l'empatia con i protagonisti. Penso che il problema risieda proprio nella stesura del testo e nella scrittura, poiché il linguaggio poetico, se da una parte è interessante, dall'altra presenta troppi cambiamenti di POV, soprattutto tra voce narrante e voce del protagonista, che oltretutto talvolta si rivolge a se stesso e altre volte alla persona che ha di fronte o a quella a cui sta pensando. Si potrebbe comunque risolvere mettendo un po' di ordine separando i paragrafi (distaccando le porzioni di testo in base a chi racconta) oppure distinguendo una voce dall'altra usando il corsivo.
Riguardo allo stile, comunque, in certi punti sembra di trovarsi davanti a una somma parabola sul senso della vita:



Matt osservava le sue rane da vicino, apprezzando ogni singola sfumatura e ogni piccolo particolare di quei bellissimi anfibi.
Gli piaceva accarezzarle, pensando di riuscire a tranquillizzare il loro piccolo cuore che batteva veloce. «Non devi avere paura» gli diceva. «Non ti farò del male!», e poi le posava delicatamente nel suo cestino di paglia. Ne catturava più che poteva, di colore, di taglie diverse, e alla fine, quando il cestino era pieno, dava ad ognuna un nome e le lasciava libere. Si divertiva a vederle saltare da tutte le parti. Era più contento quando le liberava, che quando le catturava. Gli piaceva avere la sensazione di essere l’unico a poter dare la libertà a quelle rane.
A Matt è sempre piaciuta la libertà, così come a suo fratello.
Ma mentre Matt aveva bisogno di sperimentarla, di assaggiarla, di toccarla con un dito, per capire come doveva muoversi; Sam l’aveva già conquistata e mai si sarebbe fermato ai suoi confini. Guardava il cielo e si chiedeva: «Esiste qualcosa di più bello?». Anche Matt guardava in alto. Ma quello che vedeva gli sembrava così irraggiungibile, così ingannevole. Allungava la mano, ma mai era riuscito ad afferrare una nuvola. «Il Cielo è bello, fratello». Ma io non potrò
mai averlo, si disse, poi si guardò intorno. Il mondo era abbastanza vasto, decise.
Così diventarono grandi, più grandi, e mentre Sam pensava alla libertà nello spazio,
Matt pensava alla libertà sulla Terra. Guardavano in direzioni diverse, ma entrambi
cercavano la stessa cosa.




Un'altra cosa di cui ho sentito la mancanza è il poter assistere alla nascita del sentimento, in particolar modo quello tra Sam e Heidi. Se l'amore (malato e disperato) tra Matt e Heidi si può intuire dai silenzi e per il modo in cui si tormentano alla fine (un approfondimento sarebbe comunque stato gradito anche qui), quello invece tra la stessa ragazza e il gemello è tuttora un mistero per me. Mi sono chiesta: perché mai Heidi ha scelto Sam quando era Matt a raggiungerla sul tetto della casa, ed era lui il più presente? Cosa ha fatto Sam di tanto eccezionale per meritare il suo amore e le sue attenzioni? Non mi basta sapere che era il contrario di Matt, ovvero solare, stabile, pratico, e che aveva le idee chiare, né che sia successo solo perché Matt è partito alla ricerca di se stesso mentre Sam è rimasto nella stessa città (argomento davvero molto interessante!); dev'esserci qualcos'altro se a un certo punto la voce narrante dice che Heidi e Sam erano la coppia perfetta. In sostanza, il libro si limita a raccontare più che a mostrare, ed è un vero peccato perché riesce benissimo nel suo scopo di narrare una storia di rinascita (è una scelta originale, impopolare e davvero coraggiosa), ma se avesse considerato i particolari soffermandosi sulla nascita dei sentimenti e mostrandoci alcune scene, sarebbe stato un vero capolavoro.
In effetti, il libro si sofferma più che altro sulle vite di Matt, il giramondo in cerca di qualcosa (che sia la libertà o se stesso), e di Heidi, che da bambina minuta, vittima e succube, mette alla prova la sua resistenza fisica (ed emotiva) diventando surfista; in questi racconti il libro da davvero il meglio di sé.

Dato che alcuni passaggi non mi sono stati subito chiari, per capirne di più ho letto il libro due volte di seguito (è così breve che si può fare), pertanto consiglio di fare lo stesso per apprezzare meglio la storia (l'incipit è in media res ed è tutto più chiaro dopo che si è letta la fine!).

Va riconosciuto che per spingermi alla rilettura immediata questo libro deve avermi davvero incuriosito; mi ha attirato nuovamente a sé, per cui c'è qualcosa... ma non sono sicura che sia un libro che possa accontentare tutti i gusti.
Non vi resta che provare!


Il voto di Universi Incantati:






Prima di comprarlo, puoi provare a vincere una copia CARTACEA con il Giveaway proposto da
Leggere Italiano Blog Tour!






Cosa ne pensate della mia recensione? Vi ho incuriosito?
Sapete, nonostante abbia dato un giudizio un po' contenuto sarei curiosa di rileggere il libro persino adesso! Ripeto: c'è qualcosa... e l'autrice la terrò d'occhio!

Tenetela d'occhio anche voi, perché se volete vincere la copia del suo libro dovete commentare anche la tappa curata da Pamela di No Books no Life (Estratto + Presentazione)!


Vi ricordo le prossime tappe del Blog Tour qui su Universi Incantati:

  • "Il Serpente di Fuoco" di Sara Bosi e Massimiliano Prandini - Recensione il 27 settembre
  • "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo - Recensione il 30 settembre


Qui di seguito, invece, l'elenco dei blog partecipanti:

Universi Incantati


V'invito pertanto a seguire l'evento su Facebook per non perdervi alcuna tappa.
Buon Blog Tour a tutti! :D

Le altre tappe di oggi sono (clicca sui nomi dei blog per raggiungerle):



Buona caccia ai libri italiani! ;)



La mia serie urban fantasy


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate