lunedì 2 ottobre 2017

Review Party: "Signore delle Ombre (Shadowhunters The Dark Artificies Vol. 2)" di Cassandra Clare (Mondadori)




Cari astronauti,
contrariamente alle aspettative sono riuscita a partecipare a qualcos'altro oltre al Release Party del secondo volume della nuova serie Shadowhunters - The Dark Artificies!
Sono molto felice perché nonostante mi fossi proposta sia per il Blog Tour sia per il Review Party troppo tardi, quando le adesioni erano già ultimate e i posti disponibili già riempiti, il fatto che una blogger si sia dovuta ritirare a quest'ultimo ha fatto sì che si liberasse un posticino per me!
Ci tenevo tanto perché la prima avventura di questa serie mi era piaciuta molto (recensione de "Signora della Mezzanotte" QUI), avevo avuto l'occasione di leggerla in anteprima, e la Mondadori con la blogger di Books to Read Antonella Migliore mi ha concesso nuovamente quest'opportunità: grazie!




Titolo: "Signore delle Ombre" (Shadowhunters - Dark Artificies Vol. 2"
Autrice: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Genere: Urban Fantasy
Data di uscita: 19 Settembre 2017
Pagine: 660
ISBN: 978-8804678953
Formato: cartaceo ed ebook
Prezzo: € 19,90 cartaceo / € 9,99 ebook
Link per l'acquisto: amazon


Rinunceresti all’amore della tua vita per salvare la tua anima?


Sinossi:
Onore, senso del dovere, rispetto della parola data: questi sono i principi che guidano l’esistenza di ogni Shadowhunter. Oltre alla certezza che non esista un legame più sacro di quello che unisce due parabatai, compagni di battaglia destinati a combattere e a soffrire insieme. Un legame che mai e poi mai – questo dice la Legge – dovrà trasformarsi in amore.

Emma Carstairs sa bene che il sentimento che la unisce al suo parabatai, Julian Blackthorn, è proibito e che proprio per questo potrebbe distruggere entrambi. Sa anche che, per non rischiare la loro vita, dovrebbe scappare il più lontano possibile da lui. Ma come può farlo, proprio ora che i Blackthorn sono minacciati da nemici provenienti da ogni dove?

L’unica loro speranza sembra racchiusa nel Volume Nero dei Morti, un libro di incantesimi straordinariamente potente su cui tutti vogliono mettere le mani. Per questo, dopo aver stretto un patto con la Regina Seelie, Emma, la sua migliore amica Cristina, Mark e Julian Blackthorn partono alla ricerca del libro, affrontando mille insidie, imbattendosi in potenti nemici ben consapevoli che nulla è ciò che sembra e nessuna promessa è degna di fiducia.

Nel frattempo, a Los Angeles, la tensione crescente tra Shadowhunter e Nascosti ha rafforzato la Coorte, la potente fazione interna al Consiglio strenua sostenitrice della Pace Fredda e disposta a tutto pur di impossessarsi dell’Istituto.

Ben presto però un’altra, nuova minaccia si fa avanti, sotto le spoglie del Signore delle Ombre – il Re della Corte Unseelie -, che spedisce i propri guerrieri migliori sulle tracce dei Blackthorn e del libro. Con il pericolo ormai alle porte, Julian concepisce un piano rischioso che prevede la collaborazione con un personaggio imprevedibile. Ma per ottenere la vittoria finale sarà necessario pagare un prezzo che lui ed Emma non possono nemmeno immaginare, e che avrà ripercussioni su tutti coloro e tutto ciò che hanno di più caro al mondo.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Ho iniziato a seguire la serie Shadowhunters proprio da The Dark Artificies con "Signora della Mezzanotte", e in attesa di colmare le mie lacune, questo secondo volume mi ha colpita ancor più del primo, facendo crescere in me l'urgenza di conoscere ogni capitolo che mi sono persa, bisognosa d'immergermi ancor più a fondo in questo universo fantastico dove storie passate e future s'intrecciano collegando ogni personaggio.
Niente è nessuno è messo lì per caso, i legami tra i personaggi sono travolgenti e coinvolgenti, e nel caso specifico dei Blackthorn non si tratta solo di una storia d'amore ma (anche) di un'appassionante storia famigliare; la narrazione è dinamica, gli eventi capaci di scatenare più di un colpo di scena; non so davvero cosa si possa volere di più.

Diversamente da "Signora della Mezzanotte", in questo secondo volume dovrete fare attenzione se non avete ancora letto la serie principale perché ci saranno delle rivelazioni importanti, ma, personalmente, ciò non mi ha portato via il gusto della storia e anzi, credo che mi abbia intrigato ancor più. In questo volume spicca infatti il ritorno dei protagonisti principali della serie Shadowhunters: Clary, Jace, Magnus e Alec. Ma salvo i loro piccoli-grandi cammeo (uno di loro in particolare avrà un'importanza fondamentale in questa storia) i protagonisti indiscussi di The Dark Artificies restano loro: la grandiosa Emma, il tormentato eroe Julian, la gentilissima e ponderata Cristina, il mezzo Shadowhunters/fata Mark, i gemelli Livvy e Ty, il fratellino più piccolo Tavvy, l'emarginata sorella Dru, il principe delle fate Kieran, e il personaggio che nel primo volume di questa serie avevamo visto solo di sfuggita che ora rivela la sua natura promettente, tale Kit, alla ricerca della propria identità come in un perfetto romanzo di formazione.

Prima di cominciare la lettura di questo volume temevo di trovarmi spaesata visto che non ricordavo perfettamente quanto accaduto nella "Signora della Mezzanotte", uscito più di un anno fa, ma fortunatamente l'autrice lascia delle briciole qua e là che consentono al lettore di ricomporre il sentiero che ha lasciato con il primo volume, conducendolo al secondo senza difficoltà con estrema naturalezza e senza annoiare con banali riassunti.
E' così che ci ritroviamo qualche mese dopo la fine degli eventi narrati nella "Signora della Mezzanotte", e non saprei dire qual'è l'impresa o la svolta che più mi ha incuriosita fin dai primi capitoli, ma senz'altro l'evento che ha a che fare con la negromanzia è quello che più mi ha sorpresa e affascinata, specialmente perché pone i riflettori su un nuovo personaggio particolarmente emblematico (come se gli altri fossero semplici!) dal passato torbido e misterioso; non vi svelerò di chi si tratta per non compromettere il piacere della lettura!

Il piacere della lettura è dato anche dallo stile di scrittura della Clare, che oltre a saper abilmente gestire i cambi di scena quando i nostri eroi si dividono in più gruppi, ci delizia con poetiche metafore che si presentano persino quando il dramma è ai suoi apici e la scena è crudele, in pieno stile tragedia Shakespeariana.




Le ciglie di Julian erano lunghe e folte, così scure che sembravano disegnate a carboncino; lei si aspettava quasi che, al battito delle palpebre,
qualche granello di polvere nera gli piovesse sugli zigomi.





Tra i temi trattati non spicca solo la formazione di Kit ma soprattutto il tema dell'integrazione e dell'accettazione del diverso: questa serie mi colpisce perché non pone attenzione sull'orientamento sessuale (l'amore è semplicemente amore, indipendentemente dal fatto che l'altro sia uomo o donna) bensì sul razzismo, con tanto di pregiudizi dei Nascosti verso i Nephilim e viceversa; man mano che si procede alla lettura si evidenzia la mancanza di dialogo e confronto pacifico, ostacolati da un'intolleranza che ha radici profonde e lontane. Mi stupisce come questa serie tratti temi sociali e politici, e gran parte della mia curiosità va alle Corti delle fate Seelie e Unseelie, grazie anche all'incantevole descrizione delle ambientazioni e degli esseri fatati, sia per quanto riguarda le loro caratteristiche fisiche sia per i comportamenti. Notevole anche la descrizione di ogni singola creatura demoniaca; non se ne trova mai una uguale a un'altra.

Anche stavolta ho provato uno slancio adolescenziale nei confronti dell'amore proibito tra i parabatai Emma e Julian, ma ho trovato ancor più interessante assistere alla nascita dell'amicizia tra Ty e Kit (il primo, autistico, è tenerissimo e intelligente), il complesso triangolo Mark-Cristina-Kieran (mai visto qualcosa di simile prima d'ora! Intrigante!), e come dicevo all'inizio, l'amore incondizionato per la famiglia che si mostra pagina dopo pagina, intensificandosi al punto che sul finale non potrà fare a meno di trasmetterci un'emozione straziante.

Tra avventura mistery, combattimenti ricchi d'azione, creature fantasiosamente orribili o straordinarie, scenari mozzafiato, sentimenti forti, intrighi e intrecci, temi che si fondano sulla nostra attualità, non posso fare a meno di considerare questo libro, nonostante il finale aperto, completo di tutto quanto un lettore possa desiderare.

Imperdibile per i fan della serie, mentre per i neofiti... che cosa state aspettando? ;)


Il voto di Universi Incantati:








Cosa ne pensate, carissimi?
Vi invito a leggere le recensioni degli altri blog partecipanti (trovate i nomi nel banner ;)), e a scoprire, se non l'avete già fatto, il primo volume di questa nuova, imperdibile serie Shadowhunters!




2 commenti:

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi