venerdì 30 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour - Recensione "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo + Giveaway!

Carissimi astronauti,
oggi avrei in programma due post: vediamo se riesco a fare tutto!
Per prima cosa mi dedico alle questioni più urgenti, perché anche oggi ospito una tappa de...




Organizzata da Giusy di Divoratori di Libri il Blog Tour si concentra sulle storie Made in Italy, e prevede che per ogni libro trattato segua il giveaway di una copia del libro in questione.
Il Blog Tour ha coinvolto 31 blogger e 27 autori tra self e pubblicati da case editrici, per un totale di ben 31 libri protagonisti, tra presentazioni, recensioni, per finire con degli approfondimenti e una cover war; una splendida iniziativa a cui non ho potuto fare a meno di aderire, sia come blogger sia come autrice!
Per maggiori info, vi rimando al post introduttivo qui.

Come autrice sono coinvolta con la mia serie "Eleinda", per cui ho messo a disposizione un giveaway di entrambi i libri finora pubblicati in cartaceo.
Al momento state pubblicate ben cinque tappe:


Per quanto riguarda invece il mio ruolo di blogger ho deciso di occuparmi di ben tre libri scrivendone la recensione (cliccate sui titoli per leggerle!):

Ma oggi è il turno di...



Titolo: Beauty and the Cyborg
Autrice: Miriam Ciraolo
Editore: Self-Published
Genere: Distopico, Fantasy, Sci-Fi, Retelling
Data di pubblicazione: 14 dicembre 2015
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN-13: 978-1522750451
Pagine: 394
Prezzo: 12,94 € cartaceo / 1,99 €
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
E se questa storia iniziasse con: C'era una volta l'elettricità?
Il Nido di Spine è una cittadina francese dove la corrente elettrica non scorre più come un tempo. Dopo una guerra chiamata “Nuova Notte” gli equilibri mondiali sono cambiati e i continenti sono stati messi in ginocchio dai Cyborg, esseri privi di anima che torturano innocenti. In un mondo dove la parola scritta è vietata e gli esperimenti elettrici sono punibili con la morte, si muove la ricercata Bellatrice Sparks. Lei sa leggere, sa scrivere e dal giorno in cui ha fatto funzionare una torcia elettrica nella sua città, è costretta a fuggire per salvaguardare la sua famiglia. Rapita dai trafficanti di schiave viene venduta ai sovrani di Elettra. Ma in un castello dove l'elettricità pulsa ancora un essere ignoto si aggira nell’ombra. Per fronteggiare l'enigmatica creatura e per riabbracciare la sua famiglia, Bellatrice dovrà sottrarsi agli inganni della proibita e misteriosa Ala Ovest del castello. Ma deve fare molta attenzione, cosa si cela dietro la maschera dell'odio?


L'autrice:
Giovanissima autrice messinese a soli 22 anni, il suo romanzo è sulla bocca di tutti, sui blog, su youtube e su amazon e goodreads. Beauty and the cyborg non è il suo primo libro né la sua prima saga, infatti esiste già il primo capitolo della trilogia urban fantasy Chemical Games, pubblicato l’anno scorso, oltre ad altri titoli come Il quadro dipinto dal mare e La vera storia di Cupido.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Di solito non sono attratta dai retelling perché, o sono troppo fedeli all'originale, dunque prevedibili, oppure, al contrario, prendono spunto dalla storia appena-appena per crearne una completamente diversa. l libro di Miriam Ciraolo, invece, sa mantenersi in perfetto equilibrio: attinge alla fiaba classica, ne conserva tutte (ma proprio tutte) le tradizioni, poi vi aggiunge una serie d'ingredienti inediti, originali e sorprendenti, il tutto in un contesto moderno, futuristico, e meglio ancora distopico e cibernetico, in un mix di romanticismo e adrenalina.
"Beauty and the Cyborg" è la favola guista per i ragazzini di oggi e per gli adulti appassionati di letteratura distopica; se dovessi definirlo con una frase direi che è l'incontro tra il film d'animazione Disney "La Bella e la Bestia" e "Hunger Games".

Il romanzo colpisce per i numerosi riferimenti alla pellicola Disneyana. Per la gioia dei nostalgici e delle generazioni anni '80 e '90, ritroveremo la rosa (qui simbolica più che mai), l'abito dorato con cui Belle danzava con la Bestia (pur se con qualche variante), la tazzina da tè rotta (che porterà con sé un concetto-chiave), e addirittura ritroveremo Lumière (qui in sembianze "umane" e col nome Lum che guarda caso fa l'elettricista), oggetti parlanti (in un futuro robotico sono pertinenti più che mai), e altri personaggi secondari che mi hanno vagamente ricordato la teiera e l'orologio del film. Ovviamente non manca il Gaston di turno, solo che in questo caso è il principe Aston (mi rendo conto solo ora che è stata semplicemente tolta la lettera iniziale!), e non è l'unico antagonista di questa storia.

E qui mi allaccio alle somiglianze con "Hunger Games", perché come nella serie di Suzanne Collins non ci si limita a un solo nemico: l'antagonista è il "sistema", ossia chi governa e ha potere. La società è anche qui succube, schiava, e c'è lo stesso divario tra la classe povera che riesce a stento a sfamarsi mentre si ammazza di lavoro, quando i nobili sprecano cibo in abbondanza e si preoccupano per futili cose. Dopo la metà del libro, proprio come Katniss, la protagonista Bellatrice si troverà incosapevolemente coinvolta in una guerra ribelle dove lei avrà un ruolo fondamentale.

Narrato in prima persona con la voce di Bellatrice, la storia scorre dapprima un po' lenta. presentandoci il drammatico quadro familiare della ragazza e le condizioni disagiate in cui vive (la minaccia dei cyborg è continua, come se ci si trovasse in un lager nazista), ma appena viene scelta come schiava dalla principessa Lulabelle la trama decolla e acquista un bel ritmo, tanto che diventa difficilissimo staccarsi dalla lettura.
Dopo l'orrore e alcune scene crude, come nel castello cambia l'atmosfera, così il libro comincia a regalare un sogno d'amore fatto di primi brividi e curiosità, infatuazioni e dichiarazioni da far venire le palpitazioni persino a me che ho superato i trenta, poiché vige davvero un'atmosfera da favola.

Sono sempre stata affascinata dal tema dell'amore che supera le barriere dell'apparenza; l'autrice riesce a rendere plausibili le motivazioni di Bellatrice nei confronti del mezzo umano/mezzo cyborg Alec pur cadendo in qualche frase un po' forzata e in qualche azione da eroe da clichè (salvataggi, protezione, stalking giustificato...), tutte cose di poco conto se confrontate con la profondità del personaggio e il suo misterioso e intrigante passato. Di contro, però, il rapporto di un'altra coppia è trattato in modo troppo superficiale, e si percepisce questa mancanza per via dei soggetti che la compongono: senza cadere in fastidiose anticipazioni direi che è impensabile che una persona di un tale ceto sociale possa interessarsi a un tipo simile e così, da un momento all'altro; cos'è successo per far sì che lei si accorgesse di lui? Com'è riuscito a conquistarla? La semplice attrazione fisica non basta (oltretutto lui non mi sembrava una gran bellezza, detto tra noi!).

Riguardo lo stile di scrittura penso che sia uno dei libri più belli che io abbia mai letto. C'è qualche piccolo e raro refuso, ma a parte questo sembra sia stato edito da una figura professionale. Ciò che mi ha conquistato di questo libro è forse la scrittura più che la storia in sé! Sul serio: l'autrice abbina le parole creando frasi irresistibili, affacinanti, musicali. Tipo questa: "Il panico è una lama affilata che mi taglia il respiro". Ho sottolineato gran parte della mia copia digitale, e mi verrebbe da riportare alcune citazioni un po' ovunque, da quanto sono belle. Credo che sia la prima volta che mi capita di avere questo stimolo con un'autrice italiana. Il termine giusto per definirlo è talento; una dote naturale.
Non solo una danza di parole ma anche concetti, come in questo passo:

r

Ogni minuscola ciocca castana si trasforma sotto vortici meccanici in una minuscola treccina. La Sezionatrice fa così con tutti i miei capelli e poi si concentra su Sharon.
"Ricordate ragazze, l'intreccio dei capelli ha un significato ben preciso. Significa che i vostri pensieri devono stare al loro posto, che le vostre idee e le vostre domande non devono in alcun modo diventare le vostre priorità. Le schiave non sono curiose, i loro pensieri sono in..."
"Catene" mormoro, rivedendo la mia immagine allo specchio. Quella non sono io.
Bellatrice Sparks non sarà mai una schiava, non sarà mai una maschera, non avrà
gli occhi scuri e non impriogionerà mai i suoi pensieri. Non si chiamerà Rose,
la schiava di Elettra.




Un'altra caratteristica vincente di questo romanzo è che riesce a sorprendere con più di un colpo di scena, ma sul finale, purtroppo, comincia a dare per scontato alcuni passaggi e tende ad essere sbrigativo e approssimativo; come dico sempre in questi casi è un vero peccato! Sarebbe bastata qualche pagina in più per far salire la valutazione del libro a cinque stelle, senza contare che sembra accennare a un seguito, e il peso di questa non-conclusione uccide l'aspettativa e quello stato d'animo soddisfatto che l'autrice era riuscita a creare; è come se avesse abbandonato il lettore sul più bello. Resta piatto, e manca quella scintilla di curiosità che spingerebbe a leggere il libro successivo.

Oltre al tema politico e sociale, l'emancipazione femminile e l'amore per una creatura non propriamente umana, si evidenzia prepotente l'importanza dei libri e della cultura, perché privandone, il sistema contribuisce a creare una società ignorante, dunque più facile da controllare. La violazione, la curiosità e il rispetto di Bellatrice nei confronti dei libri ricorda i protagonisti delle opere "1984" di Orwell e "Fahrenheit 451" di Bradbury.

Un libro dunque dai temi importanti, che offre più spunti di riflessione e al tempo stesso possiede la leggerezza dell'amore, per cui vi struggerete davanti ai più semplici gesti.
Fino a un certo punto.
Perché in fondo, questo libro non vuole essere una comune favola.
Ha tutte le carte in regola per essere un cyberpunk!


Il voto di Universi Incantati:



Prima di comprarlo, puoi provare a vincere una copia con il Giveaway proposto da
Leggere Italiano Blog Tour!




Cosa ne pensate della mia recensione? Vi ho incuriosito?

Se volete vincere una copia di questo libro dovete commentare anche queste tappe:


Vi lascio qui di seguito'elenco dei blog partecipanti a Leggere Italiano Blog Tour:

Universi Incantati


Mancano ormai un paio di giorni alla conclusione del blog tour, ma v'invito a seguire l'evento su Facebook per non perdervi le tappe restanti e per recuperare quelle che vi siete persi.
Buon Blog Tour a tutti! :D

Le altre tappe di oggi sono (clicca sui nomi dei blog per raggiungerle):

Buona caccia ai libri italiani! ;)

giovedì 29 settembre 2016

Segnalazione uscite di Settembre da Dunwich Edizioni

Cari astronauti,
appena due giorni fa sono usciti tre nuovi libri da Dunwich Edizioni: uno più interessante dell'altro! Continua così la rubrica delle segnalazioni...


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Tra queste tre novità ce n'è una in particolare che appena l'ho scoperta sono saltata dalla sedia da quanto sono impaziente di leggerla, ma per sapere di quale si tratta dovrete prima leggere tutto il post! XD
Intanto, vi svelo tutti e tre nel dettaglio.




Titolo: Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni (Arest Saga)
Autrice: Giulia Anna Gallo
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Urban Fantasy
Data di uscita: 27 settembre 2016
Pagine: 141
Formato: ebook
ASIN: B01M0664A1
Prezzo: 2,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Tahar Mehenni, orfano fin dall'infanzia e principe degli stregoni, non è più lo stesso dalla morte della sorella Zora. Gli ultimi dodici anni per lui sono stati una vera e propria agonia, e non solo a causa dell'inevitabile dolore dovuto alla perdita di tutti i suoi cari, ma anche per via del vuoto senza nome che percepisce nel profondo e di cui non riesce a liberarsi. Nonostante il tempo lo abbia aiutato a elaborare il lutto, avverte l'inspiegabile mancanza di qualcosa di indefinito. Quando il re suo zio lo incarica di indagare sulla natura di un sortilegio scagliato ai danni di una piccola cittadina del Nord Italia, Tahar accetta quasi per inerzia. Ancora non sa che tra le vette innevate di quelle montagne si celano segreti di vecchia data e, ad attenderlo lì, c'è il destino a cui finora si è sottratto senza saperlo, più complesso e pericoloso di quanto avrebbe mai potuto immaginare.


Ne appuro la solidità, accertandomi di averla ritrovata sul serio, e la accarezzo con il pollice mentre tento di ricompormi. Le memorie, in verità, non sono affatto in disordine e nemmeno sembrano giungere da qualche parte, come fossero state portate via e poi infine restituite. No, si trovano esattamente dove erano prima, dove sono sempre rimaste. È come se le avessi coperte e abbandonate in un angolo della mia mente per poi, d’un tratto, sollevare il velo riportandole alla luce e scoprendole immutate. Finalmente trovo il coraggio di guardarla. È bella come lo sono le cose semplici e necessarie, come l’acqua della quale non possiamo fare a meno eppure che di rado ci soffermiamo a gustare appieno. Come il sole dei cui raggi ci deliziamo ma la cui presenza diamo spesso per scontata, salvo poi sentirne la mancanza durante l’inverno.


L'autrice:
Giulia Anna Gallo nasce a Torino, ma cresce in un tranquillo paesino di provincia immerso nella campagna ai piedi delle Alpi Cozie. Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche, si sta specializzando in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione.
È il tipo di persona che ha sempre un romanzo in borsa e uno sul comodino, la cui camera da letto è un labirinto di pile di libri e che si addormenta e si sveglia immaginando i possibili sviluppi dell’ennesima storia che le frulla per la testa.




Titolo: Rewind (The Rewind Agency Vol. I)
Autrice: Jill Cooper
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Techno-Thriller / Young Adult
Data di uscita: 27 settembre 2016
Pagine: 76
Formato: ebook
ASIN: B01LYJOXO7
Prezzo: 0,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Quando Lara Crane ha cambiato il passato e il corso della storia, cosa è successo al mondo che si è lasciata alle spalle? In questa novella ritroviamo i personaggi di Quindici Minuti in una realtà alternativa.
Il mondo è destinato all’abisso.
Rick ama Lara Crane più di ogni altra cosa e, quando lei prova a cambiare il passato, cerca di impedirglielo. Ma arriva troppo tardi e, mentre il mondo si sgretola intorno a lui, nessu­no crede alla sua storia sui viaggi nel tempo.
Nel frattempo il peggior incubo di John Crane diventa realtà quando sua figlia, Lara, non torna a casa dopo essere stata alla Rewind.
Costretto a rivivere il ricordo orribile della morte della moglie, John trova una chiave per un armadietto della YMCA che potrebbe svelare i segreti sull’omicidio di Miranda.
Una volta messi insieme i pezzi del puzzle, si trova in rotta di collisione con il destino. E chi è l’uomo nel mirino? Jax Montgomery.


Piango contro la sua pelle. Se il dolore per aver perso Miranda mi ha quasi distrutto, la sofferenza per aver perso Lara mi annienterà. Sono contento che il mondo stia finendo. Sono contento che non dovrò sopportare tutto questo ancora a lungo. 
Mentre mi volto a guardare Patricia attraverso le lacrime, ringhio: «Tu l’hai uccisa! La tua compagnia, i tuoi scienziati hanno ucciso la mia bambina!»
«No», mormora Patricia. C’è allegria nella sua voce. «Lei ci ha salvati tutti. Questa linea temporale sarà distrutta, è vero, ma noi vivremo in tutte le altre. In quella in cui Miranda non deve morire. Lara ce l’ha fatta. È tornata indietro e ha salvato sua madre, dieci anni fa.»
Niente di ciò che dice ha senso. Torno ad accarezzare i capelli di Lara. Sopra di noi, dal soffitto, cadono calcinacci mentre l’edificio vacilla. «Cambiare il passato non è possibile», sussurro.


L'autrice:
Jill Cooper ama il tè più del caffè ed è ossessionata dall’idea di trovare la ricetta perfetta. È nata nel 1977 e ha diviso la stanza con sua sorella per diciotto anni. Ha sempre amato i misteri più oscuri ma anche le grandi commedie, così cerca di includere entrambi gli aspetti in tutto ciò che scrive, in un modo o nell’altro.
Vive a Danvers, Massachusetts, con due gatti, un bambino, un marito e un taxi giallo del 1964. La sua vita è caotica, ma divertente. Potete contattarla all’indirizzo http://www.jillacooper.com




Titolo: Codename Nokken
Autore: Uberto Ceretoli
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Steampunk / Horror
Data di uscita: 27 settembre 2016
Pagine: 84
Formato: ebook
ASIN: B01M066IE5
Prezzo: 0,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Sir Mark Gwayn Ingwell sta riportando alla luce l’antico abitato di Vinland, a Terranova. Ciò che preme all’anziano archeologo non è dimostrare che i vichinghi colonizzarono le Americhe prima di Colombo, quanto trovare chi li ha cacciati: Nøkken, lo spirito dei fiumi, un’antica e maledetta creatura che soltanto i nativi riuscirono a sconfiggere, secoli prima degli islandesi.


Nøkken sputò sangue e arretrò. Cadde in ginocchio e rimase a fissare i due umani ritti davanti a lui, gli unici ad avergli tenuto testa in un villaggio puntellato di cadaveri. Ringhiò.
Il vento del nord portò la neve.
«Via!» Thorfinn afferrò Freydís, la trascinò verso il pontile e la gettò nello knarr spingendola sulle natiche. Sentì il muggito della creatura, si voltò e la vide scendere lungo il sentiero.
Thorfinn tagliò la cima dell’ormeggio, balzò nell’acqua gelata e spinse la nave con i sopravvissuti: ventidue tra donne e bambini, un decimo di quanti lo avevano seguito da Gruntland. I piedi sprofondavano nella sabbia, i muscoli dolevano per lo sforzo e gli parvero spezzarsi.
Lo knarr non si mosse.
Freydís gridò, Thorfinn si voltò e vide Nøkken appoggiarsi al primo palo del pontile. Il fiato della creatura si condensò in una lunga lingua di vapore.
Nel nome di Thor, dono la mia vita in cambio della loro.
Thorfinn spinse con tutte le energie che gli rimanevano.
Odino, Protettore degli uomini, prendi la mia vita e muovi lo knarr. La mia vita, la vita di un capo!
Nøkken si infilò nell’acqua torbida e fredda.
La nave si staccò dalle mani callose di Thorfinn. Il vichingo si arrese. Si voltò e sfidò disarmato il putrido ruggito di quello-degli-abissi.


L'autore
Uberto Ceretoli è laureato in Scienze Politiche all’Università Cattolica di Milano e vive e lavora a Parma in un’azienda informatica.
Scrive con Marco Bonati il romanzo Uomini in bilico (2006) cui seguono il romanzo fantasy Il Sigillo del Vento (Asengard, 2007), il racconto fantasy Il serpente piumato (Runde Taarn, 2008), il romanzo fantasy Il Sigillo della Terra (Asengard, 2009), il racconto fantastico La magia degli abitatori del prima (Altrisogni, numero 5, 2012), La favola degli anolini di Isabetta, racconto fantastico contenuto nella raccolta Sua maestà l’anolino (Battei, 2012), Il Sigillo del Fuoco (YouCanPrint, 2012) e il racconto fantastico Chaung Tzu e la farfalla nella raccolta Le Realtà In Gioco (Multiplayer.it, 2013), il racconto Il krake di Cala na kreige, contenuto nella raccolta Horror Storytelling (Watson, 2013), il romanzo steampunk Codex Gilgamesh (Dunwich, 2013), il racconto horror La strega di Aylesbury, contenuto nella raccolta Ritorno a Dunwich (Dunwich, 2014), il  racconto Codename: Spring-heeled Jack (prequel di Codex Gilgamesh - Dunwich, 2014), il racconto fantastico Feras Infernalis, secondo capitolo della serie Infernal Beast (Dunwich, 2014), e il romanzo med-fantasy L’ira di Demetra (Plesio, 2015), il romanzo breve Codex Innsmouth (Dunwich, 2016) e, ancora con Bonati, il romanzo Inganno Diabolico (IoScrittore, 2016).




Sembra interessante "Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni" soprattutto perché amo le storie ambientate in Italia, ed è intrigante il mistero che invade già solo l'estratto di "Codename: Nokken", ma la novella che, come vi dicevo, mi ha fatto saltare dalla sedia, è quella della serie "Rewind"! :D
Ormai mi reputo una fan: Jill Cooper mi ha conquistata con il primo volume, "Quindici Minuti" (la recensione QUI), per cui, in attesa del seguito, questo racconto mi rende euforica! L'estratto mi sta scatenando ansia, per quanto desidero leggerlo! 
Ma ho una buona notizia per voi (e per me): potete leggere un assaggio ancora più lungo in esclusiva sulla piattaforma 20Lines; basta cliccare sull'immagine qui sotto e sarete teletrasportati direttamente al testo in anteprima.
Buona lettura!
Leggi l'estratto su 20Lines!

Io ho detto la mia; ora tocca a voi dire la vostra!
Cosa ne pensate di questi tre ebook?


  


mercoledì 28 settembre 2016

Anteprime Newton Compton in arrivo il 29 settembre

Cari astronauti che navigate in questo spazio letterario,
domani escono sette nuovi libri editi da Newton Compton, procediamo dunque con le segnalazioni  nella consueta rubrica!


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Fate la vostra scelta: tra eroticiromancesaggistica e thriller quale preferite?
Leggendo la trama riuscirete forse a rispondere meglio a questa domanda ;)




Titolo: Il maestro del gioco
Autrice: Portia Da Costa
Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma
Genere: Erotico
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 352
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854193895
Prezzo: 9,90 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Vi toglierà il fiato
Dall'autrice della trilogia bestseller "La promessa"

Sinossi:
Jess Lockhart è arrivata a ventinove anni ancora illibata, ma ciò non significa che non sia interessata agli uomini. Anzi, è proprio l’opposto: sogna di trovare l’uomo perfetto che possa soddisfare ogni suo desiderio. Il nuovo capo, l’affascinante miliardario Ellis McKenna, sembrerebbe essere quello giusto. È anche chiaro che entrambi sono fisicamente attratti l’una dall’altro. Tuttavia, un tragico passato ha segnato Ellis, che si è ripromesso di non avere più relazioni sentimentali serie e durature. E Jess, dopo aver permesso a Ellis di sedurla e aver preso un posto speciale nel suo cuore e nel suo letto, saprà convincerlo a lasciarsi andare all’amore?

«Una storia seducente e moderna alla Pretty Woman... ma con molto più sesso.»
Reveal

«Stuzzicante… Sensuale… Da leggere assolutamente.»

«Una storia d’amore bollente che è un gradino al di sopra di tutte le altre.»

«Voglio anche io un miliardario come Ellis: è semplicemente perfetto! Portia Da Costa non delude mai. Consiglio a tutti di leggere i suoi libri!»


L'autrice:
È una delle più note scrittrici di romanzi erotici a livello internazionale. Ha al suo attivo più di venti romanzi e cento racconti. Prima di dedicarsi alla scrittura, ha lavorato come bibliotecaria. Inglese, vive nello Yorkshire con suo marito. La Newton Compton ha pubblicato L’incontro, L’insegnamento e La prova, i tre capitoli della trilogia La Promessa, raccolti anche in un unico volume, e Il maestro del gioco.




Titolo: Nella mente dei criminali nazisti
Autore: Joel E. Dimsdale
Editore: Newton Compton
Collana: I volti della storia
Genere: Saggistica
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 288
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854194007
Prezzo: 9,90 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

La vera storia degli psicologi che hanno intervistato i criminali di Norinberga

Sinossi:
L’Europa era ancora coperta dalle ceneri del secondo conflitto mondiale, quando si aprì il processo di Norimberga, un procedimento internazionale per giudicare e perseguire i crimini di guerra. Uno psichiatra, Douglas Kelley, e uno psicologo, Gustave Gilbert, cominciarono allora a indagare la psicologia dei capi nazisti. Li sottoposero a lunghe interviste, eseguirono test per valutare il loro quoziente d’intelligenza e la loro personalità. Si trattò del primo studio sistematico su leader che avevano orchestrato uccisioni di massa. Prima del processo si pensava che i gerarchi e gli ufficiali nazisti fossero dei folli sanguinari. Ma i colloqui e i test rivelarono una realtà più complessa. I risultati furono così sconcertanti che una parte dei dati rimase nascosta per decenni. E la loro stessa interpretazione fu oggetto di accese discussioni. Secondo Gilbert la malvagità dei criminali nazisti derivava dalla loro psicologia corrotta. Kelley li considerava invece moralmente imperfetti, uomini comuni, prodotto del loro ambiente. Chi dei due aveva ragione? Basandosi sulla sua decennale esperienza e sugli incredibili progressi fatti dalla psichiatria, dalla psicologia e dalle neuroscienze, Joel E. Dimsdale riprende in mano quei risultati ed esamina nel dettaglio quattro criminali di guerra: Robert Ley, Hermann Göring, Julius Streicher e Rudolf Hess. E attraverso strumenti diagnostici sempre più precisi, scopre un notevole spettro di patologie. Nella mente dei criminali nazisti è un viaggio complesso e inquietante per dare un senso al male più estremo.

«In questo affascinante e coinvolgente viaggio nelle menti depravate di alcuni dei capi nazisti, uno scienziato che ha studiato a lungo l’Olocausto esplora la natura del male. Non si riesce a smettere di leggerlo.»

«Un racconto straziante e insieme una detective story, che pone questa domanda: i criminali di guerra nazisti erano come le altre persone, o fondamentalmente diversi? Avvincente e ben raccontato, riesamina un periodo storico che non dobbiamo mai dimenticare.»


L'autore:
È professore emerito e svolge la sua attività di ricerca presso il Dipartimento di Psichiatria dell’università della California, a San Diego. Per i risultati delle sue ricerche è stato invitato a parlare al 70° anniversario del processo di Norimberga.




Titolo: Il diario perduto del nazismo
Autori: Robert K. Wittman, David Kinney
Editore: Newton Compton
Collana: I volti della storia
Genere: Saggistica
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 432 + 16 t.f.t.
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854181984
Prezzo: cartaceo 12,00 € / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Dal vincitore del premio Pulitzer
Il libro evento dell'anno
Dopo 70 anni torna alla lce il diario inedito del nazismo

I segreti di Adolf Hitler nei diari inediti di Alfred Rosenberg e del Terzo Reich

Sinossi:
Nell’aprile del 2013, Robert Wittman, ex agente dell’FBI con grande esperienza nel recupero di reperti storici, ha ritrovato il diario di Alfred Rosenberg, il filosofo tedesco conosciuto come il padre dell’ideologia nazista e membro di spicco della ristretta cerchia di Hitler.

Un documento unico e prezioso, ricco di riflessioni, conversazioni e progetti condivisi con il Führer, che aveva nominato Rosenberg capo ad interim del partito nazista, quando nel 1923 era stato arrestato per un fallito colpo di stato. Rosenberg aiutò a pianificare l’invasione nazista e la successiva occupazione dell’Unione Sovietica e nel 1933 fu nominato da Hitler Responsabile Esteri per il Partito. Il ruolo svolto da Rosenberg nel Terzo Reich e le tragiche conseguenze che ne sono derivate, non devono essere sottovalutati: le sue idee hanno gettato le basi per il lavaggio del cervello di un’intera nazione, e fornito alla gente il lasciapassare per il massacro di milioni di persone. Il diario, già rinvenuto negli ultimi giorni della seconda guerra mondiale, nascosto dietro una finta parete in un castello bavarese, era stato utilizzato come prova durante il processo di Norimberga. In seguito, le 425 pagine, che riportano anche i pensieri e le parole di Hitler nei giorni precedenti alla sua morte, scomparvero. Per anni studiosi di tutto il mondo e fanatici dell’ideologia nazista gli hanno dato inutilmente la caccia, finché Robert Wittman, dopo lunghe e faticose ricerche, lo ha riportato alla luce. Un viaggio avvincente e inquietante in uno dei momenti più bui della storia mondiale.

«Un manoscritto illuminante di oltre 400 pagine, per quasi sessant’anni dato per disperso. Ci sono voluti due uomini – un ex agente dell’FBI e un ex archivista dell’Holocaust Memorial Museum di Washington – e una dozzina d’anni di ricerche per riportare alla luce questo prezioso documento: uno dei pochi diari scritti da un membro della cerchia più ristretta di Hitler giunti fino a noi.»
New York Times

«Non bastano le parole per raccomandare la lettura di questo volume. È un nuovo deciso atto d’accusa nei confronti del Terzo Reich, un ulteriore rafforzamento di quello che negli ultimi settant’anni è diventato un mantra: non dobbiamo dimenticare né, cosa ancora più importante, permettere che questa inumana pagina di storia si ripeta.»
New York Journal of Books


Gli autori:
Robert K. Wittman
è un ex agente dell’FBI. Ha recuperato centinaia di milioni di dollari in arte e manufatti rubati finché, nell’aprile 2013, ha ritrovato il diario di Alfred Rosenberg.

David Kinney
giornalista e scrittore, ha vinto il prestigioso Premio Pulitzer. I suoi articoli appaiono sulle più prestigiose testate americane come il «New York Times», «Washington Post», «Philadelphia Inquirer», e «Los Angeles Times». Vive a Haddonfield in New Jersey.




Titolo: Tutto il resto è amore (Secretary Series Vol. 1)
Autrice: Melanie Marchande
Editore: Newton Compton
Collana: First
Genere: Romance
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 288
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854197015
Prezzo: cartaceo 9,90 € / 1,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Dall'autrice bestseller del New York Times, Wall Street Journal e USA Today

Sinossi:
Sto per lanciare un posacenere in testa al mio capo. Sì, perché ho appena scoperto chi c’è dietro i miei bollenti romanzi d’amore preferiti, quelli che leggo solo quando sono da sola, l’unica via di fuga dopo una lunga giornata alle prese con il Capo Infernale. A scriverli non è la dolce Natalie McBride, casalinga di campagna con un talento particolare per le storie piccanti. È lui. Esatto: il mio capo, Adrian Risinger, trentatré anni, sexy da impazzire, irritante miliardario e ragazzaccio che pensa di controllare la mia vita, è anche l’autore di tutte le mie fantasie più profonde e segrete. E, come se questa rivelazione non fosse già abbastanza scioccante, ora il bastardo vuole che impersoni “Natalie” in occasione di una serie di firma copie e incontri. Solo se tengo al mio posto di lavoro, ovviamente.

Ora che ci penso, mi servirà qualcosa di più pesante di un posacenere.

«Se vi piacciono le scene divertenti, geniali, sexy e hot, amerete questo romanzo.»


L'autrice:
E' l’autrice bestseller del New York Times della serie Secretary. Ama i miliardari sarcastici e sicuri di sé, le eroine voluttuose e insolenti e la pizza. Non necessariamente in quest’ordine.




Titolo: Un gioco da adulti (Neighbors Series Vol. 1)
Autore: R.L. Mathewson
Editore: Newton Compton
Collana: First
Genere: Romance
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 320
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854197039
Prezzo: 9,90 € cartaceo / 4,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Irriverente, sensuale, inaspettato. Ti prende il cuore e te lo strappa dal petto.

Sinossi:
Haley è stanca della propria timidezza. Ne ha abbastanza di essere considerata da tutti un’ingenua facile da raggirare e calpestare. Ha deciso che le cose cambieranno e che, a partire da subito, affronterà di petto chi ha approfittato della sua buona educazione. A cominciare dal suo irritante vicino, quello tutto fascino e sregolatezza. Dovrà stare attenta a non farsi risucchiare nel suo mondo… ma Haley ha un piano per uscire vincitrice: sa bene ciò di cui è capace il cattivo ragazzo della porta accanto e non si lascerà confondere da lui. L’ultima cosa che Jason si aspettava era che la piccola, innocua vicina si trasformasse in un tornado per vendicare i suoi fiori rovinati. Dopo aver deciso di essere comprensivo e di prenderla sotto la sua ala, non può fare a meno di notare che la vita sembra più eccitante ora che c’è lei. Bisogna soltanto convincerla che il loro non è affatto un gioco.


L'autrice:
E' nata e cresciuta nel Massachusetts. È nota per il suo senso dell’umorismo e la capacità di creare personaggi realistici in cui i lettori si immedesimano facilmente. Al momento ha diverse serie paranormali e rosa in corso di pubblicazione tra cui la serie Neighbors. È mamma single di due bambini che le danno molto da fare e si divertono a spaventarla a morte coi loro scherzi. Ha una dipendenza da romanzi d’amore e cioccolata calda e spesso combina le due cose.




Titolo: Non tradirmi mai (Second Chance Series Vol. 1)
Autrice: L.E. Bross
Editore: Newton Compton
Collana: First
Genere: Romance
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 288
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854198159
Prezzo: cartaceo 9,90 € / 3,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Bello, bellissimo, romantico e commovente!

Sinossi:
Avery Hartley è la classica brava ragazza ricca che si comporta sempre come gli altri si aspettano che faccia. Quando scopre che il suo ragazzo la tradisce però, perde la testa e gli distrugge la macchina. Viene così condannata a trecento ore di servizi sociali. Seth Hunter è appena uscito di prigione e deve concludere il suo percorso di riabilitazione lavorando come netturbino prima di poter ricominciare da capo. Non chiede granché dalla vita e comunque per adesso la cosa che gli importa di più è proteggere sua sorella dal patrigno, l’uomo che lo ha fatto finire in prigione. Una storia d’amore tra Avery e Seth non è pensabile, sarebbe un disastro totale. Le ragazze come Avery vogliono castelli e cavalli bianchi, e Seth nei panni del principe azzurro non è davvero credibile. E poi è così arrabbiato con il mondo che a volte c’è da aver paura anche solo a stargli vicino. Ma quando Seth si ritrova a passare del tempo con Avery, piano piano comincia a pensare che forse anche lui ha la possibilità di cambiare, di aspirare a qualcosa di diverso da una vita fatta di rabbia e che, addirittura, gli piacerebbe provare a essere felice…

«Seth è il ragazzo da tenere lontano e allo stesso tempo vicinissimo. Ho paura di essermi presa una sbandata... narrativa!»


L'autrice:
E' lo pseudonimo che la scrittrice di romanzi young adult Lee Bross utilizza per la sua produzione new adult. L.E. Bross vive nel Maine con il marito, i figli e molti piccoli animaletti pelosi.





Titolo: Non parlare con gli sconosciuti
Autrice: Laura Elliot
Editore: Newton Compton
Collana: First
Genere: Thriller
Data di uscita: 29 settembre 2016
Pagine: 480
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 9788854198142
Prezzo: cartaceo 9,90 € / 3,99 € ebook
Link per l'acquisto: amazon

Un grande thriller
Arriva dai primi posti delle classifiche irlandesi il bestseller dell'anno

Sinossi:
Carla Kelly, una top model di successo, una mattina si sveglia e trova la culla della sua bambina, una neonata di soli due giorni, fredda e vuota. Sua figlia Isobel è stata rapita. Sull’orlo della disperazione, Carla chiede aiuto alle autorità e alla stampa nazionale, ma invece di ricevere aiuto viene giudicata per come si è comportata nei mesi precedenti, quando è apparsa su tutti i media con il pancione, usando la gravidanza per guadagnare visibilità e denaro. Oltre alle offese e alle critiche della gente, le indagini vanno a rilento. Non c’è nemmeno uno straccio di pista da seguire, niente che possa far sperare in una rapida soluzione del caso. Un giorno, però, Carla riceve la lettera di qualcuno che le offre un aiuto insperato. Inizia così la sua personale e disperata battaglia per ritrovare la figlia, un viaggio che la porta indietro nel tempo, a un momento della sua vita che sperava fosse sepolto, per sempre. C’è qualcuno là fuori che ha deciso di vendicarsi…

«Una storia agrodolce di amore e struggimento.»
Evening Echo

«Un romanzo appassionante e commovente.»
Closer

L'autrice: E' lo pseudonimo con cui June Considine, giornalista e scrittrice di libri per bambini, firma i suoi libri per adulti. È nata a Dublino, e vive a Malahide, una città costiera sul lato nord dell’Irlanda. Ha all’attivo cinque romanzi di successo, Non parlare con gli sconosciuti è il primo tradotto in italiano.




Ora avete le idee più chiare sui libri di vostro interesse? ;)
Personalmente sono interessata a entrambi i libri sull'Olocausto e il thriller; e voi?


  
   


martedì 27 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour - Recensione "Il Serpente di Fuoco" di Sara Bosi e Massimiliano Prandini + Giveaway!

Carissimi astronauti,
come ormai saprete, in questo periodo si sta svolgendo questa iniziativa:




Organizzata da Giusy di Divoratori di Libri il Blog Tour si concentra sulle storie Made in Italy, e prevede che per ogni libro trattato segua il giveaway di una copia del libro in questione.
Il Blog Tour ha coinvolto 31 blogger e 27 autori tra self e pubblicati da case editrici, per un totale di ben 31 libri protagonisti, tra presentazioni, recensioni, per finire con degli approfondimenti e una cover war; una splendida iniziativa a cui non ho potuto fare a meno di aderire, sia come blogger sia come autrice!
Per maggiori info, vi rimando al post introduttivo qui.

Come autrice sono coinvolta con la mia serie "Eleinda", per cui ho messo a disposizione un giveaway di entrambi i libri finora pubblicati in cartaceo.
Al momento state pubblicate ben quattro tappe:


Per quanto riguarda invece il mio ruolo di blogger ho deciso di occuparmi di ben tre libri.
QUI potete leggere la mia recensione a "Storia di Anime Gemelle" di Tabata Baietti (con annesso modulo per giveaway ;)), ma oggi mi dedico al libro che ho letto prima di tutti per questo Blog Tour!




Titolo: Il Serpente di Fuoco
Autori: Sara Bosi e Massimiliano Prandini
Editore: Delos Digital
Collana: Odissea Digital
Genere: Fantasy
Data di pubblicazione: 24 maggio 2016
Formato: ebook
ASIN: B01FUFNVYG
Pagine: 218
Prezzo: 3,99 €
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Per mille anni il Popolo del Sole ha vissuto isolato nel deserto rifiutando la violenza del mondo, ma ora la sorgente che ha garantito loro pace e prosperità minaccia di disseccarsi.

Solo un antico rito può salvare Città del Sole. Sono necessari un sacrificio e un assassino: il sangue del primo farà sgorgare l'acqua e la punizione del secondo terrà in vita la sorgente per i prossimi mille anni. Ma per resistere ai tormenti che lo attendono, l'assassino deve essere vestito con la pelle del Serpente di Fuoco, un animale mitico che nessuno a memoria d'uomo ha mai visto. Amber ha quindici anni e non è mai uscita dal palazzo cisterna che fornisce acqua alla città, il suo compito è curare il Giardino dell'Ombra, un orto officinale attraverso cui il Re, suo padre, cura le malattie del popolo. Dammar è un esploratore, passa la maggior parte del tempo a verificare i confini del deserto per sincerarsi che nulla disturbi l'isolamento del Popolo del Sole e coltiva in segreto un'amicizia che va contro le leggi della sua gente. Amber e Dammar non si conoscono, ma il disseccarsi della sorgente li condanna a essere sacrificio e assassino, un destino a cui pare impossibile sfuggire. Ma se nessuno ha mai visto il Serpente di Fuoco, sarà davvero necessario completare il rito per salvare Città del Sole?


Gli autori:
Sara Bosi e Massimiliano Prandini fanno parte del laboratorio di scrittura Xomegap, con cui hanno pubblicato alcune raccolte di racconti e la trilogia fantasy di Finisterra composta da "Le sorgenti del Dumrak", "Il risveglio degli Obliati" (vincitore del Premio Cittadella 2014) e "L'ultimo eroe" (vincitore del Trofeo Cittadella e finalista al Premio Italia 2015). Il "Serpente di Fuoco" è la prima delle "Cronache di Murgo il Ramingo", una serie di romanzi autoconclusivi il cui filo conduttore è il diario in cui Murgo descrive i suoi viaggi e i popoli che vi ha incontrato.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Mi è bastato leggere la trama per incuriosirmi e scegliere questo libro, ma non avrei mai pensato di trovarmi davanti a un piccolo capolavoro, e mi esprimo col termine "piccolo" solo perché si tratta di un ebook che conta appena 218 pagine.
Ciò che rende questo libro unico è che potrebbe sembrare un fantasy che segue i soliti canoni (una profezia, una principessa in pericolo, un regno da salvare, e l'eroe di umili origini che si ritrova malauguratamente coinvolto in una situazione più grande di lui) ma a lettura ultimata resterete increduli, sbalorditi; rimarrete davvero a bocca aperta!

E' una trama che comincia dalla fine, con Amber che nel primo capitolo riconosce che il suo sequestratore - Dammar - indossa la pelle del serpente di fuoco, dunque, in quanto Vul Dulak, è pronto a ucciderla: dal sangue nobile della principessa sgorgherà infatti la nuova sorgente della Città del Sole, solo che dovrà essere lei stessa a indicare il punto del sacrificio, che è al tempo stesso la base dove sarà edificata la nuova città. La forte nota drammatica che accompagna tutto il romanzo è la consapevolezza di morire e sacrificarsi, una consapevolezza che riguarda sia Amber, sia Dammar, perché il Vul Dulak indossa entrambe le figure di carnefice e vittima, dato che secondo la profezia egli dovrà sostenere la città per mille anni col suo stesso corpo; sembra più una punizione che un sacrificio, ma vedrete che alla fine si svelerà una sottile motivazione dietro tutto questo.

Lo stile del libro ha una forma ordinata, basata su uno schema preciso: i capitoli che seguono la numerazione riguardano il presente di Dammar e Amber insieme, dopodiché seguono un capitolo sul protagonista Dammar nel passato, e un capitolo sulla protagonista Amber, sempre nel passato; questo schema fa sì che la curiosità e l'attenzione del lettore siano sempre attente, poiché si aspetta con ansia il momento in cui le storie di Dammar e Amber s'intrecciano indissolubilmente. Prima del ripetersi di questo schema, poi, c'è sempre un intermezzo a cura di Murgo il Rammingo che approfondisce usi, costumi e tradizioni evidenziati nei capitoli precedenti: è un incastro perfetto, una tecnica utile a mostrare una visione completa sull'ambientazione e sul contesto in cui si muovono le vicende, così che tra i racconti in terza persona dei protagonisti e la voce scritta (e distaccata) di Murgo, il lettore ha tutte le conoscenze a portata di mano, e di conseguenza, anche il coinvolgimento.

La descrizone della Città del Sole è talmente precisa che mi è sembrato di vederla: tra originali paragoni che rendono perfettamente l'idea sia per la forma sia per il colore ("il Palazzo del Sole avva la forma di una gigantesca ciambella di quinoa al miele") e la guida passo-passo alla scoperta delle aree più interne e misteriose come l'orto officinale del Giardino dell'Ombra, mi è sembrato addirittura d'averlo attraversato anch'io, cosa che mi capita di rado durante la lettura di un libro.

Il libro offre anche un interessante quadro politico dove oltre ai segreti di corte si evidenzia la responsabilità di un re che non è più in grado di prendere decisioni (un po' per l'età avanzata, un po' perché non ha il coraggio di sacrificare la figlia) e la conseguente perdita di fiducia da parte del popolo che a stento contiene la sua ribellione, soprattutto quando riconosce che le leggi a cui deve sottostare non sono rispettate dai nobili stessi. La causa scatenante è proprio la mancanza d'acqua: nel Palazzo, l'acqua, seppur poca, scorre ancora, e sono i reali a decidere quando e quanto di questa misera fonte debba spettare al popolo. Il regno della Città del Sole si basa sulla non-violenza, ma l'equilibrio si fa precario quando non si soddisfa uno dei bisogni primari dell'essere umano (la sete), senza contare la grande contraddizione di una città fondata sul sacrificio e sul sangue.



Davvero quel muro di pietra era sufficiente per nascondere ciò che stava succedendo in città? O forse erano gli abitanti del palazzo ad aver
costruito un muro intorno alla loro anima affinché i problemi del popolo non arrivassero a turbare le loro vite tranquille e ombrose?




Per approfondire l'argomento ci pensa il libro, dunque non mi dilungo oltre, ma vorrei almeno fare una citazione a un altro paio di cose: l'interessante confronto tra la Città del Sole e il popolo di nomadi che vive nel deserto, i Koikoi, oltre all'originale e affascinante rito della Scottatura obbligatorio per ogni bambino che vive nella Città del Sole.
Se mi fermo sull'analisi direi che l'unica cosa che non è del tutto chiara è lo spazio temporale in cui si colloca la storia: sono tentata al pensiero di un futuro post-apocalittico, ma questa è solo una mia elucubrazione.

Il punto forte di questo libro sono comunque i protagonisti Amber e Dammar: lei, una principessa costretta a nascondersi sotto un cappuccio sembra una sottomessa, specie se si considera il trattamento che le riserva il sacerdote e il fatto che sia una vittima sacrificale; è impossibile non schierarsi dalla sua parte quando la si vede tentare un'alternativa per salvare la sua gente. Dall'altra parte c'è lui, Dammar, marito fedele nonché padre molto legato al figlio; un esploratore appassionato d'avventura che si muove in modo fin troppo indipendente, un po' contro le regole del regno. Ed è impossibile resistere a questo eroe.
In effetti, entrambi i protagonisti hanno un animo ribelle, ma contrariamente alle apparenze è solo Amber a dimostrarlo, anche con eventi eclatanti, mentre Dammar lo tiene per sé assieme a tutte le sue considerazioni sulle varie realtà che ha conosciuto grazie ai suoi viaggi.

In conclusione, un libro che mi sento di consigliare a tutti coloro che cercano un fantasy dalla parvenza classica ma fuori dagli schemi.
Dire che è originale è riduttivo: questo libro è geniale.


Il voto di Universi Incantati:





Prima di comprarlo, puoi provare a vincere una copia con il Giveaway proposto da
Leggere Italiano Blog Tour!







Cosa ne pensate della mia recensione? Vi ho incuriosito?
Come l'autrice che ho recensito in precedenza per questo Blog Tour, ho deciso che terrò d'occhio anche questi due talentuosi autori!

Vi consiglio di fare lo stesso e di cominciare fin da ora, perché se volete vincere una copia di questo libro dovete commentare anche la tappa curata da Monica Brizzi de Il Mondo di M. (Presentazione + intervista) (ora la vado a leggere anch'io, son curiosa)!


Vi ricordo la prossima, ultima tappa del Blog Tour qui su Universi Incantati:
  • "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo - Recensione il 30 settembre

Qui di seguito, invece, l'elenco dei blog partecipanti:

Universi Incantati


V'invito pertanto a seguire l'evento su Facebook per non perdervi alcuna tappa.
Buon Blog Tour a tutti! :D

Le altre tappe di oggi sono (clicca sui nomi dei blog per raggiungerle):


Buona caccia ai libri italiani! ;)


La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi