lunedì 27 giugno 2016

Segnalazione: "Papà era un bandito" di Maria Chiara Perri (Nativi Digitali Edizioni)

Cari astronauti,
buon lunedì! Iniziamo la settimana con una nuova segnalazione ;)


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

E' uscita la nuova edizione di un libro che prima era edito solo in formato ebook. Esce dunque ora in formato cartaceo questa favola metropolitana in cui "cattivi" e "buoni" non sono davvero quelli che sembrano, il narratore ha solo quattro anni, e suo papà diciannove... ma ne dimostra anche meno!




Titolo: Papà era un bandito
Autrice: Maria Chiara Perri
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Collana: GTI – Giovani Talenti Italiani
Genere: Narrativa contemporanea
Data di uscita: 5 febbraio 2015
Pagine: 234
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-8898754564
ASIN: B00T27ZX1S
Prezzo: 10,00 € (cartaceo), 2,99€ (ebook)
Link per l'acquisto: amazon


“Papà era un bandito” è la storia di una famiglia atipica con precedenti criminali raccontata dal punto di vista di Michan, un bambino di quattro anni accudito dal padre diciannovenne. Senza moralismi e con un pizzico di ironia vengono trattate tematiche delicate come quelle della devianza giovanile e degli effetti della reclusione in carcere sui detenuti e sui loro famigliari. I De Vita, protagonisti del romanzo, commettono tanti errori ma sono uniti da un forte legame di affetto e solidarietà reciproca in un contesto economico e sociale difficile. Il libro propone una riflessione ai ragazzi che hanno vissuto esperienze di devianza e può avvicinare i lettori alla conoscenza di esperienze, come quelle del carcere e del disagio giovanile, vicine ma troppo spesso nascoste


Sinossi:
Jude ha diciannove anni, origini irlandesi, cappuccio della felpa calato sulla fronte. Se ne va in giro con la sua bici, All Star viola ai piedi e zaino in spalla. Lo accompagna Michan, un bimbo color latte macchiato con una testa piena di riccioli. Sono papà e figlio. La loro è una famiglia sull’orlo di una crisi di nervi, con un nonno irascibile che nasconde un passato e uno zio metallaro alle prese con paturnie adolescenziali. Basta una bravata di Jude per sconvolgerne i già precari equilibri.Tra streghe, suore e biberon alla Coca-Cola, è il piccolo Michan che ci racconta con ironia la storia di un Papà Bandito. Una favola moderna che prende vita in una città fredda il cui cuore pulsante è nei suoi angoli più bui, tra quartieri popolari, covi e fortezze bazzicati dai nostri scalcagnati eroi.


L'autrice:
Il suo lavoro è catturare storie e raccontarle sui giornali e sul web. E’ nata nel 1982 all’ombra della Pietra di Bismantova ed è scesa dall’Appennino reggiano per studiare a Parma, dove si è laureata in Scienze della comunicazione e in Giornalismo. Dopo il praticantato nella redazione di un quotidiano locale ha cominciato a lavorare per l’edizione online di Repubblica Parma, per la quale si occupa ancora oggi di cronaca e attualità. Ama le serie tv, Internet, il cinema, i grandi classici della letteratura e la narrativa per bambini e ragazzi. Quando è possibile prende un aereo per andare a scoprire posti lontani. “Papà era un bandito” è il suo primo romanzo




Una trama originale, che mi ha colpito perché si pone con ironia su pesanti temi sociali.
Voi cosa ne pensate? Avete già letto questo libro?



1 commento:

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi