mercoledì 6 ottobre 2010

Una leggenda scritta nel destino: Indaco

Dall'archivio del 3 Febbraio 2010


Tempo fa, scrissi su Facebook questa frase:

"Eccola che torna: è la prepotente voglia di scrivere; eseguirò gli ordini come una schiava obbediente perché... ti stavo aspettando."

Ho quindi fatto il mio dovere.
Sapevo che questo romanzo aveva ancora bisogno d'essere arricchito, solo che aspettavo/speravo l'intervento professionista di un editor che m'indicasse come meglio procedere... però il tempo passa e io non ce l'ho fatta, non ho saputo resistere!
Certo, saranno dettagli, saranno piccolezze, però, personalmente, le vedevo necessarie. E mica tanto "piccolezze" visto che ho aggiunto intere scene! :D
Queste aggiunte dovrebbero servire a dare più completezza alla storia, una storia originale per quanto complessa, ma, chiarisco, sempre facilmente leggibile e scorrevole, solo che ha un tono più profondo e spero offra degli spunti di riflessione...
Uhg, quando arriva l'editore solo per il mio libro? A volte mi prende un'ansia, una voglia di vedere la mia creaturina pubblicata su spessi fogli di carta... e la copertina? Chissà come sarà... chissà se la mia idea sarà accolta...
Di conseguenza, queste fantasie spesso mi spingono a darmi una mossa - sebbene il passo decisivo non dipenda da me - e non riesco proprio a stare ferma.
Il giorno in cui, dopo 9 mesi d'attesa, ho ricevuto la prima risposta (che non è stata negativa, piuttosto, il mio romanzo non è quello per cui si sentono di puntare al momento - e mi hanno spiegato cosa invece cercano) io ho... ho visto come un flash sul vetro della macchina, mentre guidavo O_O 
C'era QUELLO sguardo. 
Mi è come apparsa la sua immagine, ho visto il suo occhio, per la prima volta ho avuto una visione del mio personaggio. 
Appena arrivata a casa, l'ho trasferito sulla carta:


E' lui, è Indaco! Il mio co-protagonista del romanzo "Una leggenda scritta nel destino".
A volte l'ho sognato, così come l'altra protagonista Eleonora, ma non riuscivo mai a vederli con chiarezza, ne percepivo solo l'essenza; ho provato a disegnarlo, ma è una figura difficile da elaborare, inoltre il suo aspetto è per me come una bozza confusa, l'unica certezza, i suoi occhi, alcune caratteristiche fisiche e soprattutto, il suo colore indaco.
Se ora guardo il mio disegno riesco a farmi un'idea precisa e lo sento più vicino, come se potesse veramente esistere!
Indaco...
Evviva, sto parlando come la mia Eleonora, ma d'altronde ci assomiglio...
Insomma, oggi mi sono sbottonata un po' (ed è da un po' che volevo pubblicare questo disegno) e si può intuire che, causa il colore della pelle e la forma degli occhi, Indaco non è un'essere umano. Eppure Eleonora se ne innamora.
Lungi dall'essere una creatura della notte quale vampiri e lupi mannari (oggi tanto in voga), il mio eroe non ha una forma umana. Eppure Eleonora è pazza di lui.
E io pure ;)

Ieri sono capitata in un forum dedicato ad esseri come lui (a quanto pare non sono l'unica appassionata di queste creature) e ho sgranato gli occhi di fronte a una discussione dove un utente scriveva pressappoco così: "mi piacerebbe leggere di una storia che vede uno di loro come protagonista, e una ragazza, ma vorrei che tra la ragazza e costui ci fosse un rapporto di vero e puro amore" OMIODDIO!!!! Ma è quello che ho fatto! O_O
Incredibile che al mondo esista almeno un'altra persona che ha fantasticato su questa cosa... meraviglioso che non siamo solo io e i miei fidati amici e parenti ad aspettare questo romanzo...
Sono proprio una romanticona.
Ma il mio non è solo un sogno. Accadrà, e io devo solo continuare a crederci, non sperare, ma crederci davvero.

Ultimamente ho trovato altri editori a cui proporre il mio romanzo, più un agenzia: devo continuare a provare, perché devo trovare la casa editrice giusta per il mio romanzo, quella che riuscirà ad accettare e amare la mia creatura strana, questo amore bizzarro, e una storia fuori dagli schemi, tra il sacro e il profano, tra passato e futuro, come scrivo nelle Lettere di Presentazione: "per valutare il nostro presente".
Chi pubblicherà questo romanzo sarà qualcuno che ha voglia di rischiare, capace di andare oltre ai pregiudizi. Qualcuno che abbia coraggio e voglia di novità.
Il protagonista è un esperimento, così come il romanzo stesso.

Di recente mi sto facendo una cultura su manga, anime e l'animazione giapponese in generale, ebbene, sono storie così strane, variegate e diverse rispetto ciò cui siamo abituati, che credo che in Sol Levante accoglierebbero a braccia aperte una storia come la mia!
Per tutti gli altri, basta solo aprire la mente... e il cuore...
non è poi così difficile.

Postfazione del 6 Ottobre 2010: "La storia infinita". Potrebbe essere il titolo della mia esperienza con questo secondo romanzo :P Ulteriori aggiornamenti a questa pagina: "Quando non ne hai mai abbastanza"

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi