venerdì 8 ottobre 2010

Recensione "La nave del destino - Asia" di Marco Mazzanti

Recensione "La nave del destino - Asia" di Marco Mazzanti (ediz. Deinotera)




Quando le parole portano in un mondo fantastico


Le prime cose che mi han colpito di questo libro, sono le parole: sono rimasta incantata da questo linguaggio; sa di antico come una buona poesia, talvolta è musicale come i canti delle sirene, costuisce delle descrizioni accurate, e fa dei continui paragoni coi fiori (mi ero dimenticata che ce ne fossero così tanti!) verso profumi, fisionomia dei visi, colore degli occhi, paesaggi.. al punto che sono riuscita, senza fatica, ad immaginare il mondo fantastico suggerito dall'autore.

Mi viene automatico pensare a questo libro come tre storie diverse, tre racconti, che finiscono con l'incontrarsi e confluire nell'ultimo capitolo, intrecciandosi e segnando il destino (titolo non a caso) di ogni singolo protagonista.
Una storia che passa dalla spensieratezza propria della fiaba alla drammaticità della realtà e viceversa, in un continuo colpo di scena tra premonizioni, rivelazioni e l'aggiunta di nuovi misteri (alcuni destinati a rimanere tali^^).

Oltre a tutto questo, non può mancare la storia d'amore, anzi, LE storie: romantiche, passionali, tormentate, struggenti, impossibili, surreali.. e mai mi sarei aspettata di trovare in un fantasy anche la storia d'amore "diversa", soprattutto se è spiegata in maniera così naturale e dolce.

I personaggi sono tutti ben costuiti, da Asia (che bellezza disarmante!) ai tre gemelli, dall'essere di puro buio alla lucciola dispettosa (che carina^^); ottima anche la scelta di raccontare la storia di ogni famiglia a partire dai genitori.

Un fantasy originale, scritto davvero bene, e non posso che consigliare vivamente la lettura! :)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi