I miei libri


giovedì 7 ottobre 2010

Recensione "Il diario del vampiro: il risveglio" di Lisa J. Smith

Recensione "Il diario del vampiro: il risveglio" di Lisa J. Smith (ediz. Newton Compton)





Ricordi dolorosi come pagine strappate da un diario...

Con questo libro, all'inizio, ho avuto un rapporto un po' contorto. In primis, la trama: non mi stimolava, né invogliava alla lettura (mi è stato regalato, altrimenti non lo avrei mai comprato dopo aver letto una trama così) e la descrizione non dice nulla, è come aria fritta. Leggendo invece l'incipit e la sua narrazione stile diario, mi sono poi ricreduta... almeno fino a quando mi sono resa conto che provavo per Elena una grande antipatia: la reginetta della scuola, bella, intelligente, ricca... odiosamente perfetta. Se all'inizio la compativo per la situazione famigliare (i genitori sono deceduti) ed il vuoto interiore, complice il suo atteggiamento alla "voglio qualcosa e me la prendo" mi è diventata insopportabile, ma ho continuato a leggere poiché attratta dalle vicende di Stephan (i capitoli si alternano, prima l'una poi l'altro, cambiando i punti di vista pur conservando una narrazione in terza persona).

Ed è proprio grazie al misterioso, distaccato e combattuto Stepan che dopo 60 pagine la storia ed Elena stessa cominciano a convincermi sul serio, incollandomi al romanzo. Mi riferisco al momento in cui le cose finalmente si smuovono, quando dopo il ballo d'autunno e la "splendida" idea di andare al cimitero con quella che non è la compagnia abituale, Elena si trova in una situazione complicata e Stephan accorre per salvarla (stile "oh, mio eroe!"). Ma il bello viene dopo, quando Stephan la porta alla pensione in cui vive e la verità viene a galla... ma non si può dire lo stesso riguardo al mistero del suo passato! Nonostante sia facilmente intuibile per il lettore, è comunque un piacere che venga rivelato pian piano, attraverso flashback improvvisi, ricordi dolorosi come pagine strappate da un diario... (che il titolo derivi anche da questo? Bello!)

Riguardo agli altri personaggi, ho accennato alla compagnia di Elena, ebbene, si tratta solitamente di due amiche fidate che pare si conoscano fin dall'infanzia: Meredith e Bonnie. Quest'ultima in particolare, credo riserverà belle soprese in quanto è d'origine druida, e da quest'antica popolazione sembra aver ereditato doti da veggente.
Poi c'è l'ex-ragazzo Matt, dal comportamento ammirevole ed altruista, tanto da assopire il proprio amore verso la protagonista pur di vederla felice ed aiutarla nel realizzare i propri desideri.

Un altro protagonista è Damon, il fratello vampiro di Stephan (se la trama non avesse svelato troppo, la sua comparsa sarebbe stata più intensa) ed è il suo diretto opposto: sicuro di sé, fa uso dei più vasti poteri, vive nell'oscurità, si nutre di sangue umano... Col fratello ha in comune l'interesse per Elena, ma non si sa ancora per quale motivo. E la contesa del passato si ripete...

In ultimo, non posso fare a meno di evidenziare quante similitudini abbia trovato con Twilight: Stephan è un vegetariano (dicesi "vampiro buono") come Edward; sia Elena sia Bella, vedendo tali ragazzi particolarmente distaccati nei loro confronti (quindi anche Stephan ed Edward si comportano allo stesso modo) pensano di suscitare odio anziché interesse; l'avvicinamento con la ragazza avviene in base alla stessa procedura, ossia, andando in suo soccorso e salvandola. Sicuramente c'è dell'altro ma al momento mi sfugge, ad ogni modo, appena mi sono resa conto di tutte queste somiglianze ho controllato la data di pubblicazione de "Il diario del vampiro: il risveglio" e negli States è stato pubblicato addirittura nel '91.
Devo però far notare che i due romanzi, per quanto simili, mi abbiano suscitato emozioni diverse: con "Twilight" era amore puro amore, con questo ho percepito qualcosa che si avvicina più al thriller (se penso alle vittime attaccate o dissanguate) e al paranormale (l'amica Bonnie che si destreggia pure nei riti), nonché l'elemento del passato intricato, misterioso e allacciato al presente.

Ne consiglio dunque la lettura, anche in attesa che il telefilm venga trasmesso sulle reti italiane (ebbene sì!), ma preparatevi al finale aperto: per sapere cosa succede, è necessario acquistare "Il diario del vampiro: la lotta"!

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie urban fantasy


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate